Ponente Varazzino


6 Ottobre 2009

La progettazione partecipata a Savona si, a Varazze no

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni
comitato@ponentevarazzino.com –  Home page

Varazze, 6 ottobre 2009.

PonentevarazzinoNews

La progettazione partecipata
a Savona si, a Varazze no

Varazze ha vissuto e sta vivendo un periodo di grandi interventi di recupero urbano, miglioramento dell’assetto territoriale, compreso un moderno insediamento residenziale di edilizia cooperativa fronte mare. In dirittura d’arrivo anche la riqualificazione del retroporto a San Nazario; una delle ultime e più grandi opere di recupero edilizio con tanti alloggi destinati prevalentemente a seconde, box e negozi, direttamente fronte mare. Un’operazione finanziaria e immobiliare di tutto rispetto, che pensavamo erroneamente dovesse portare al quartiere e alla città un generalizzato miglioramento della vivibilità.

Progetti partecipati a Varazze? Non diciamo eresie! Progetti blindati si, condivisi no!

Ci chiediamo, come mai a Savona si mettono in campo iniziative così innovative e a Varazze no? Bella domanda, alla quale cercheremo di dare una risposta in una prossima pubblica riunione:

Il nuovo volto della pubblica amministrazione italiana.

“A un’amministrazione finalmente relazionale e colloquiale, non più separata e autoritaria, hanno contribuito ampiamente l’informazione e la comunicazione, che stanno tuttora dando un ingente apporto a rendere trasparente l’apparato amministrativo e alla realizzazione di diritti fondamentali per il cittadino.”

Molto, molto ancora occorre fare per “convincere” chi detiene il “POTERE” nella P.A., che la trasparenza è un OBBLIGO, è un DOVERE!

Iniziamo una nuova rubrica dedicata a tutti i cittadini: TRASPARENZA E INFORMAZIONE, un diritto da esigere e difendere ad ogni costo!

Per approfondire:

progettazione-partecipata-a-savonaDal sito di “Comune di Savona” del 13 Luglio 2009 – Workshop “2PIAZZESAVONA” aperto a tutti.

Dal 14 al 16 Luglio un workshop di studio su Piazza Diaz e Piazza Marconi, aperti a tutti i cittadini, con studenti e docenti della Facoltà di Architettura di Genova. Presso gli stand allestiti in Piazza Diaz si potranno disegnare schizzi e lasciare video-messaggi. E´ possibile anche inviare sms ad un numero di cellulare dedicato e scrivere su Facebook.

Savona – Il 14, 15 e 16 Luglio in Piazza Diaz tutti i cittadini avranno l´opportunità di partecipare, con gli studenti e i docenti della Facoltà di Architettura dell´Università di Genova, a “2PIAZZESAVONA”, un workshop multidisciplinare mirato a studiare nuove soluzioni per la riqualificazione di due tra i più importanti spazi urbani: la stessa Piazza e Diaz Marconi.
Si tratta di un´iniziativa promossa dal Comune di Savona, che ha incaricato la Facoltà di Architettura dell´Università di Genova, su progetto del Prof. Niccolò Casiddu.

“Si tratta di un´iniziativa innovativa – dichiara l´Assessore all´Urbanistica e Qualità Urbana Livio Di Tullio – perché è la prima volta che l´Amministrazione comunale di Savona la promuove, e direi anche affascinante, che si pone l´obiettivo di arrivare a definire i progetti di riqualificazione delle due piazze partendo da un background di informazioni e idee proposte direttamente dalla gente, dalla realtà cittadina.

Non si tratta di progettazione partecipata, perché l´attività di progettazione spetta ai progettisti, ma di un´iniziativa volta a non far calare le decisioni dall´alto, bensì a discutere, a pensare insieme ai cittadini, prima della progettazione, chiedendo ad essi proposte ed idee che verranno poi consegnate ai progettisti incaricati e costituiranno una importante traccia. Le piazze oggetto di studio sono tra i più importanti spazi urbani di Savona: Piazza Diaz incrocia il Teatro Chiabrera mentre Piazza Marconi custodisce la fontana realizzata dall’artista Renata Cuneo.

La riqualificazione urbana della città concederà quindi ampio margine alla rivalutazione dei due luoghi. Il workshop vuole essere sì un esperimento ma un esperimento che, in virtù della collaborazione con la Facoltà di Architettura e in particolare con il Prof. Casiddu, sarà altamente qualificato e portato avanti da tecnici esperti e super partes. Accolte tutte le proposte, l´Università sarà in grado di selezionare, tra queste, le più realizzabili, grazie alle competenze in materia. Tutti i suggerimenti e le idee che i cittadini vorranno lasciare saranno alla fine delle tre giornate condensati in un unico lavoro che l´Università ci consegnerà a settembre, in modo che il Comune possa allegarlo alla documentazione da consegnare ai progettisti al momento dell´incarico. Per me si tratta di una sorta di prova generale; un esperimento che, se funzionerà, vorrei ripetere per la discussione sul futuro dell´area pubblica all´interno del progetto di riqualificazione di Piazza del Popolo. Quindi, non dell´intero progetto della piazza ma di quell´area prospiciente i giardini ottocenteschi”.

“Il workshop – spiega il Prof. Casiddu – costituisce uno step fondamentale della ricerca progettuale, che il Comune di Savona ha voluto commissionare alla nostra Facoltà di Architettura. La Facoltà ha accettato volentieri perché convinta che la ricerca universitaria debba aprirsi al territorio. Nei prossimi 3 giorni Piazza Diaz sarà trasformata in un vero e proprio atelier di progettazione, con strumenti semplici ma anche moderni, come il video messaggio, mirati a raccogliere le idee e le proposte di tutti coloro che lo desiderano. Il workshop vuole essere un momento di incontro, di proposta, di confronto e di contaminazione di conoscenze, competenze e sensibilità sui possibili scenari immaginabili per due luoghi urbani così importanti per la città. Un aspetto molto importante è la multidisciplinarietà dell’iniziativa.

La ricerca progettuale coinvolgerà infatti aspetti urbanistici, architettonici e di design. Al termine del workshop non verranno definiti progetti ma idee di indirizzo. Anche dalle idee più bizzarre potranno emergere spunti interessanti, per questo è importante la partecipazione di tutti.”

Durante i 3 giorni di workshop saranno impegnati docenti e studenti della Facoltà di Architettura, tecnici e amministratori del Comune e soprattutto è auspicata la più ampia partecipazione e collaborazione dei cittadini, che potranno esprimere le proprie idee avvalendosi di 3 strumenti: il disegno libero su una scheda cartacea che raffigura ognuna delle due piazze; il video-messaggio in apposito corner (videobox) allestito presso gli stand; inviando un sms al numero dedicato 3924469260.

Inoltre, chiunque lo desideri, può lasciare le proprie idee online contattando il gruppo “2piazzesavona” aperto sul social netwotk Facebook.

Le tre giornate di lavoro saranno aperte Martedì 14 Luglio, a partire dalle ore 9.30, alla presenza del Sindaco di Savona Federico Berruti. Si terranno gli interventi introduttivi dei Professori: Maria Benedetta Spadolini (Preside della Facoltà di Architettura), Niccolò Casiddu (Docente – Design), Luisa Cogorno (Docente – Percezione), Antida Gazzola (Docente – Sociologia), Luigi Lagomarsino (Docente – Urbanistica). [Continua … ]

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.