Ponente Varazzino


8 Dicembre 2009

Varazze: La simpatia di don Enrico Repetti

Filed under: - Don Enrico Repetti,Attualità,CITTADINI EMINENTI:,IN RICORDO DI:,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 21:12

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni
comitato@ponentevarazzino.com –  Home page

Varazze, 8 dicembre 2009.

PonentevarazzinoNews

La simpatia di don Enrico Repetti

don-enrico-repetti-nel-1968-a-kandersteg-in-svizzeraNel giorno di festa dedicato a Maria Immacolata e al 168° anniversario della nascita dell’Oratorio Salesiano, abbiamo voluto ricordare don Enrico Repetti, da pochi giorni mancato all’affetto dei suoi tanti allievi e amici, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo per le sua grande umanità e qualità organizzative. Doti che gli hanno consentito di ricoprire qui a Varazze, con eccellenti risultati, l’incarico di assistente Scout, insegnante e Direttore dell’Oratorio.

Appello subito raccolto da Mario Traversi, presidente dell’associazione culturale “U Campanin Russu”, storico, scrittore e poeta dialettale varazzino, sempre pronto e disponibile a sostenere le nostre iniziative ed impegno sociale.

<< Se n’è andato con le ultime foglie dell’autunno e poco prima di festeggiare il Santo Natale su questa terra, già pronto per la rinascita celeste e per ben altri traguardi “lassù”.

Don Enrico Repetti s’illuminava nel buio della sua cecità ascoltando gli amici che lo andavano a trovare nella cameretta del Collegio (così preferiamo ricordarlo e non come casa di riposo …) e rideva di cuore alle poesie, soprattutto in genovese, che qualcuno gli recitava, riportandolo ad altre età, a Sampierdarena e ad Alassio, “scuole” di vita salesiana dove il suo impegno si era profuso nell’insegnamento a tanti giovani e dove il dialetto, allora, era ancora la lingua madre per molti.

Nonostante il buio degli occhi, riusciva in qualche a modo a leggere con l’aiuto di un marchingegno mai capito dagli amici, ma che lui sapeva manovrare, ed era il suo simpatico segreto.

Chi scrive queste righe non lo ebbe come assistente spirituale, in quanto non scout, ma soltanto come amico; una persona che ti metteva subito a tuo agio, fin dai tempi della sua esuberante milizia in quella e altre organizzazioni giovanili.

Le gite in montagna, con la S. Messa celebrata su cigli erbosi o su pietraie che erano il premio di sane fatiche per chi le affrontava, così come il bianco della neve che evidenziava ancora di più la tonaca, ma più spesso la tuta scura, sono fissate in molte fotografie e in filmati raccolti da don Berloffa, con certosina pazienza. E sono i ricordi di una giovialità che è stata il suo passaporto per aprire il cuore di chi l’ha conosciuto e potuto apprezzare anche per questa sua preziosa qualità.

Altri, i “suoi” scout prima di tutti, potranno vieppiù addentrarsi nel raccontare don Repetti, sacerdote e uomo. Chi scrive ne traccia soltanto uno dei suoi tanti lati positivi e non dimentica la pazienza e il sorriso, nonostante anni di malattia e di sofferenza, che accoglieva chi lo andava a visitare lassù al “Collegio”.

Il cammino è stato irto di difficoltà, ma meritava di farlo, caro amico. Chissà che festa oltre il grande portone che immette nell’immortalità. Chissà quanti amici,   l’ing. Nocelli in testa, ad accoglierti per grandi, infiniti Natali e Pasque di Resurrezione senza tempo. Appena puoi, dai un’occhiata a tutti noi che fatichiamo su questi sentieri di cuori spesso di pietra. Chissà che non ci scappi qualche nuova poesia, tua questa volta, che ci sollevi lo spirito. Arrivederci don Enrico Repetti. >>

La foto inserita i questo post, fornitaci da Giacomo Antonio Cavanna del gruppo adulti scout Varazze, mostra don Enrico Repetti mentre celebra la messa “in alta quota”, durante il campo scout del 1968 a Kandersteg in Svizzera.

Precedente post sul’argomento:

Domani i funerali di don Enrico Repetti

1 commento »

  1. Da /Il Ponente/ – Ricordo di Don Repetti

    Nel giorno di festa dedicato a Maria Immacolata e al 168° anniversario della nascita dell’Oratorio Salesiano, abbiamo voluto ricordare don Enrico Repetti, da pochi giorni mancato all’affetto dei suoi tanti allievi e amici, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo per le sua grande umanità e qualità organizzative. Doti che gli hanno consentito di ricoprire qui a Varazze, con eccellenti risultati, l’incarico di assistente Scout, insegnante e Direttore dell’Oratorio. [Continua … ]

    Comment di Comitato Ponente Varazzino — 9 Dicembre 2009 @ 13:48

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.