Ponente Varazzino


21 dicembre 2010

Varazze: Simpatica recita di natale alla scuola primaria di Casanova

Filed under: Attualità,EVENTI E MOSTRE,NEWS DA VARAZZE,SCUOLA PRIMARIA DI CASANOVA — Comitato Ponente Varazzino @ 10:33

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni

Varazze, 21.12.2010.                                            Home page

PonentevarazzinoNews

Simpatica recita di natale alla scuola primaria di Casanova

Varazze_scuola primaria di Casanova_2010Sole splendido, come spesso succede qui da noi, in territorio varazzino, un freddo sopportabile e un grande calore da parte degli alunni della prima, terza e quarta classe ed insegnanti della scuola primaria di Casanova, ci ha accolti lunedì mattino 20 dicembre, per l’atteso appuntamento, che ormai si rinnova anno dopo anno, sia per scambiarci gli auguri e sia per poter ammirare gli oggetti e le composizioni realizzate dai ragazzi, ed apprezzare la rappresentazione scenica e recita di Natale preparata con serietà ed impegno, sotto l’attenta ed appassionata regia delle maestre, che qui, a Casanova, riescono ancora ad emozionarsi e fare emozionare.

Con l’arrivo del Sindaco prof. Giovanni Delfino e dell’Assessore alla Cultura Mariangela Calcagno, visibilmente felici di essere li in mezzo ai ragazzi, in un ambiente che a loro insegnanti per professione è molto familiare, è stato subito dato il via, agli impazienti allievi-artisti, desiderosi di fare bella figura.

“Le campane di Natale”, il titolo della recita di quest’anno, incentrata sugli antichi mestieri, oggi in parte scomparsi. Ogni alunno ha impersonato un artigiano che, rivolgendosi al sindaco, impersonato da un ragazzo vestito con tanto di fascia, lamentava la mancanza del suono delle campane a scandire il ritmo della giornata: lavoro, festa e riposo. Ognuno a modo suo ne aveva bisogno e i “mugugni” hanno convinto il primo cittadino: il paese non poteva più fare a meno delle sue campane. Viene quindi ordinato al fabbro di forgiarne delle nuove, ma il poveretto non sa proprio da che parte cominciare, lui costruisce attrezzi da lavoro, non ha mai fatto campane. Ma ecco che, a questo punto, l’attenzione di tutti si sposta su una mendicante accasciata in un angolo a terra, prima nascosta, che lamenta la sua misera condizione. Dimenticando per un momento i loro problemi, tutti indistintamente accorrono in una gara di generosità, offrendole quanto possiedono. Il miracolo della solidarietà la trasforma in un angelo e le campane fra lo stupore generale suonano a festa.

Bella e sentita interpretazione; ha toccato due temi di attualità per la comunità varazzina: la conoscenza e conservazione delle tradizioni e dei vecchi mestieri, con la recita di alcune poesie dialettali, scritte dal noto poeta Mario Traversi, i canti natalizi e l’aspetto della solidarietà, a ricordo di quanto è avvenuto subito dopo l’alluvione del 4 ottobre scorso, una grande e generale mobilitazione, da inorgoglire e gonfiare il cuore di gioia a tutti i varazzini.

A questo punto il sindaco, quello effettivamente in carica, desideroso di “pagare il biglietto”, ha distribuito monete di cioccolato ed abbracci a tutti i ragazzi (ed anche per i fratellini e le sorelline a casa) e dopo la foto di gruppo, è stato offerto ai presenti un manufatto e un piccolo pandolce, preparato secondo una antica ricetta convinti che, condividere il rito di un dolce così denso di significato, sia il miglior modo per approfondire il legame con la propria terra e con la sua tradizione. Altri oggetti preparati da ragazzi ed esposti: il centrotavola di Natale, il sasso ferma-fortuna, i lumini di Natale, alcuni dei quali donati agli ospiti. Un brindisi augurale ha concluso la bella e serena mattinata trascorsa nella scuola primaria di Casanova, con l’impegno già assunto di rincontrarci il prossimo anno.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti da parte dagli alunni e maestre della Scuola Primaria di Casanova.

Galleria fotografica: clicca << … Q U I … >>

Precedente post sull’argomento

Nessun commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo.

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.