Ponente Varazzino


16 Aprile 2015

Roma. All’Ammiraglio Pagnottella la medaglia per il VII centenario della scoperta di Lanzarote

Filed under: - Lanzarotto Malocello,Attualità,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 05:53

PonentevazzinoNews

Varazze, 16.04.2015.                                     Home page

All’Ammiraglio Pagnottella la medaglia per il VII centenario della scoperta di Lanzarote

Mercoledì 22 Aprile 2015 alle ore 11,30 avrà luogo a Roma, in Piazza Randaccio n°2 (Caserma Grazioli Lante della Rovere) presso la Sede della Presidenza Nazionale dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI), un incontro tra una delegazione del Comitato Promotore e la Presidenza Nazionale dell’ANMI, nel corso del quale il Presidente del Comitato Avv. Alfonso Licata consegnerà la medaglia ufficiale celebrativa del VII Centenario della scoperta di Lanzarote e delle Isole Canarie da parte del navigatore italiano Lanzarotto Malocello, al Presidente Nazionale dell’ANMI, Ammiraglio di Squadra Paolo Pagnottella.

La Marina, espressione della potenza navale di uno Stato, non costituisce soltanto il segno del potere che essa è in grado di esercitare nel quadro della politica internazionale, ma definisce l’impegno militare, commerciale ed espansionistico del Paese di bandiera. La posizione geografica dell’Italia, al centro del Mediterraneo, la lunghezza e i ripari offerti dalle sue coste, hanno consentito ai popoli che fin dai tempi antichi si sono stanziati sui suoi litorali, un rapido sviluppo della navigazione.

A partire dal Medioevo alcune  città portuali italiane, le cosiddette Repubbliche Marinare, godettero, grazie alle proprie attività marittime, di autonomia politica e di prosperità economica.

La definizione di Repubbliche Marinare è in genere riferita proprio alle quattro città italiane i cui stemmi sono riportati dal 1947 proprio nella bandiera della Marina Militare: Amalfi, Genova, Pisa e Venezia.

Marinai italiani, spesso al servizio di altre nazioni, sfruttarono le loro capacità e le loro conoscenze nautiche effettuando ardite esplorazioni: primo fra tutti proprio Lanzarotto Malocello, lo scopritore delle Isole Canarie. E poi via via Antonio da Noli, Alvise Ca’ da Mosto, i Pessagno, i due Caboto,  Amerigo Vespucci, Giovanni Da Verrazzano, fino a Cristoforo Colombo.

L’impresa realizzata dal navigatore Lanzarotto Malocello rappresenta per gli storici un evento importantissimo perché la scoperta di una nuova terra oltre lo stretto di Gibilterra, considerato all’epoca un confine invalicabile per l’uomo, segna la nascita dell’epoca moderna.

Fu nel 1312, che l’ intrepido capitano e armatore ligure, Lanzarotto Malocello, partì da Genova sulle tracce dei coraggiosi fratelli Vivaldi per scoprire nuove rotte e aprire nuovi commerci per la Repubblica di Genova.

Durante il viaggio, Lanzarotto Malocello giunse in un’isola sconosciuta, situata nella parte settentrionale dell’arcipelago delle isole Canarie, vi stese al suolo la bandiera della repubblica di Genova e a questa isola diede il suo nome chiamandola isola di Lanzarote.

Il nome di Lanzarotto Malocello e la bandiera genovese, stesa sull’immagine dell’isola in segno di jus di primo scoprimento, da quel momento in poi comparvero su tutti i documenti cartografici a comprovare  l’italianità della scoperta.

Ed è anche per quanto precede  che la Regia Marina Militare Italiana nel 1930 diede il nome di Lanzarotto Malocello ad un esploratore leggero della classe “Navigatori”, costruito nei Cantieri Ansaldo di Sestri, che successivamente divenne cacciatorpediniere.

L’esploratore “Malocello” ricevette la bandiera di combattimento a Genova l’8 dicembre 1931(fornita dal Comune di Varazze).

Affondato il 24 marzo 1943, venne ufficialmente radiato dai ruoli del Naviglio militare nel 1946.

Il Malocello , che aveva accompagnato il Generale Italo Balbo nella epica Trasvolata atlantica in Brasile insieme ad altri Esploratori, al ritorno in Patria fece scalo proprio nelle Isole Canarie, accolto dalla popolazione locale con grandi festeggiamenti. Le unità navali di scorta toccarono le acque dei porti canari sottolineando, ancora una volta, con la presenza di tre navi che evocavano i nomi di navigatori italiani, tra cui il Malocello, i legami storici con le prime navigazioni italiane oltre le Colonne d’Ercole.

In considerazione di quanto sopra, in occasione dell’incontro e della ricorrenza del VII centenario della
scoperta di Lanzarote e delle Isole Canarie da parte dell’intrepido navigatore, il Comitato Promotore  ha
rivolto formale istanza al Capo di Stato Maggiore della Difesa e al Capo di Stato Maggiore della Marina di
reintitolare al navigatore Lanzarotto Malocello una analoga unità navale della Marina Militare per ricordarne
la memoria, che attualmente è al vaglio degli uffici ministeriali competenti.

La delegazione del Comitato Promotore, nel corso della manifestazione, chiederà alla Presidenza Nazionale
dell’ANMI di sostenere la suddetta proposta.

Fonte:  Comitato Promotore per le Celebrazioni del VII Centenario della scoperta di Lanzarote e delle Isole Canarie da parte del navigatore italiano Lanzarotto Malocello (1312-2012)>>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.