Ponente Varazzino


13 Settembre 2016

Varazze. Impiegato scorretto? In Comune arriva “il segnalatore”

Filed under: Attualità,COMUNICATI E COMMENTI DEL DIRETTIVO,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 17:18

PonentevarazzinoNews                               Home page
Varazze, 13.09.2016.

Palazzo Comunale della città  di VarazzeImpiegato scorretto?
In Comune arriva “il segnalatore

Notizia letta su Il Secolo XIX del 13.09.2016.

«… D’ora in poi ogni impiegato potrà vestire i panni del “poliziotto” e notificare direttamente al segretario generale eventuali irregolarità nella condotta dei colleghi …
L’impiegato comunale – commenta il segretario generale, Giovanni Lombardi – è al servizio del cittadino. Per questo motivo abbiamo attivato una serie di iniziative volte a ottimizzare l’efficienza degli uffici, ricordando i doveri del dipendente verso il pubblico. Ci stiamo anche impegnando per rendere il nostro municipio un luogo di lavoro migliore». Affisso in tutti gli uffici il “vademecum” del perfetto impiegato, con le regole principali del codice etico nazionale del dipendente pubblico, per il controllo è ora stata ufficializzata la figura del “segnalatore”.» … (Art. completo su: Il Secolo XIX … )

Per approfondire:

. Il Sole 24 Ore: Codice di comportamento dei dipendenti pubblici in pdf >>

. Guida per prevenire e combattere le violenze psicologiche nei luoghi di lavoro: Pericolo mobbing in pdf >>

Da: Quotidiano della P.A. del 26 marzo 2015:

Il dipendente che denuncia un reato nella PA ha diritto ad essere tutelato.
Pienamente applicabile l’art.54 bis del D. Lgs. n. 165/2001 in caso di comportamenti discriminatori accertati.
La Corte di Appello di Brescia, con la sentenza del 19 febbraio 2015, ha affermato che fuori dei casi di responsabilità a titolo di calunnia o diffamazione, ovvero per lo stesso titolo ai sensi dell’articolo 2043 del codice civile, il pubblico dipendente che denuncia all’autorità giudiziaria o alla Corte dei conti, ovvero riferisce al proprio superiore gerarchico condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, non può essere sanzionato, licenziato o sottoposto ad una misura discriminatoria, diretta o indiretta, avente effetti sulle condizioni di lavoro per motivi collegati direttamente o indirettamente alla denuncia” … (Art. completo su: Quotidiano della P.A. …).

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.