Ponente Varazzino


15 luglio 2017

Mimmo Candito presenta a Varazze il suo libro “C’erano i reporter di guerra”

Filed under: - Comitato Lanzarotto Malocello Varazze,- Lanzarottus Day,Attualità,EVENTI E MOSTRE — Comitato Ponente Varazzino @ 05:38

PonentevazzinoNews 
Varazze, 15.07.2017.                              Home page

Mimmo Candito presenta a Varazze il suo libro “C’erano i reporter di guerra

Martedì 18 luglio alle ore 21:00 a Varazze, presso il dehors “Kursaal Margherita”, Mimmo Candito, giornalista e scrittore, storico corrispondente di guerra de La Stampa di Torino, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura, la partecipazione e l’introduzione di due Prof. varazzini, Giovanni Delfino e Andrea Cipollone, presenterà il suo libro “C’erano i reporter di guerra“, ed. Baldini & Castaldi.

Ingresso libero.

“C’erano i reporter di guerra”
Sinossi – «Winston Churchill diceva che in tempo di guerra la verità è così preziosa che bisogna proteggerla con una cortina di bugie. Era una bella ipocrisia, per nascondere la volontà – che è storia d’ogni Paese – di coprire la conoscenza della realtà o comunque di piegarne la conoscenza alle ragioni della politica. Oggi l’informazione è arma più importante di un esercito, perché il consenso dell’opinione pubblica è essenziale per qualsiasi strategia bellica.
Nel nostro tempo, iperconnesso, ultravelocizzato, perduto in una rete dove la potenzialità della costruzione della conoscenza è senza limiti ma, molto spesso, anche senza strumenti critici di interpretazione dei flussi narrativi, l’uso dell’informazione è centrale. E la guerra – nel suo racconto drammatico – diventa la metafora più illuminante della complessità che accompagna la conoscenza della realtà e di come il giornalismo debba fare il proprio lavoro in una pratica quotidiana di difficile difesa della propria autonomia dai condizionamenti che ogni potere, governo e interesse tentano di imporgli.
Il reporter di guerra diventa in questo libro il simbolo della ricerca costante della verità in un territorio dove i pericoli, i rischi, le minacce, non sono soltanto quelli d’una cannonata o d’una mina, o d’una milizia jihadista di tagliagole invasati, ma riguardano le difficoltà di verifica delle informazioni e i tentativi sempre più sofisticati di disinformazione.
Cinema, letteratura, immaginario popolare, hanno fatto del reporter di guerra una figura mitica; questo libro ne racconta la storia dal primo corrispondente – in Crimea, nel 1854, quando si scriveva con la penna d’oca e l’inchiostro – ai giorni d’oggi, del Califfato, delle bombe intelligenti, dei droni e del collegamento in tempo reale dal campo di battaglia.
Oggi Obama può guardare in diretta dalla Casa Bianca i commandos che ammazzano Bin Laden a 10 mila miglia di distanza, e il reporter di guerra scivola nell’ombra di una marginalità inquietante: sappiamo sempre di più, ma capiamo sempre di meno. Questo libro – nella metafora del racconto della guerra – ci aiuta a capire, e a difendere il nostro desiderio di sapere.»

Cándito Mimmo
«Giornalista e scrittore, è una delle firme di prestigio de «La Stampa», sulle cui pagine – come inviato speciale, corrispondente di guerra, commentatore di politica internazionale – ha raccontato le più drammatiche crisi mondiali degli ultimi quarant’anni, dal Medio Oriente, dall’Afghanistan, dal Golfo, dall’Africa, dall’America Latina, dal Maghreb, dall’Europa dell’Est, dall’Asia. E poi l’Australia, la Turchia, l’India, la Spagna, i terroristi dell’Eta e dell’Ira, gli indios perduti nelle giungle dell’Amazzonia e fra le totora del Perù. Docente di Teoria e tecniche del linguaggio giornalistico all’Università di Torino, è direttore della rivista letteraria «L’Indice dei libri» e presidente italiano di Reporters sans Frontières. Ha vinto numerosi premi giornalistici come «Miglior inviato speciale italiano». Il suo libro più recente è 55 vasche. Le guerre, il cancro, e quella forza dentro (2016).»

Fonte: Baldini & Castaldi

Presentazione dedicata al ricordo dell’impresa compiuta da Lanzarotto Malocello, navigatore ed esploratore varazzino, riscopritore di Lanzarote e delle Isole Canarie. Incontro culturale inserito nel calendario degli eventi che il locale associazionismo organizzerà nell’arco dell’anno, per concludersi sabato 23 settembre con il “Lanzarottus day”, cerimonia ufficiale di ricordo, istituita a Varazze nel 2012, in occasione del VII centenario.
Nel corso della commemorazione saranno citati e ringraziati tutti coloro, che a vario titolo, hanno aderito e sostenuto il progetto di informazione e divulgazione di questa importante iniziativa, coordinata dall’Assessorato alla Cultura e da “U Campanin Russu” attraverso il “Comitato Lanzarotto Malocello Varazze“, recentemente costituito.

Comitato Lanzarotto Malocello Varazze
Calendario eventi Lanzarotto Malocello 2017, dinamico, periodicamente aggiornato: … Versione in pdf scaricabile … >>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.