Ponente Varazzino


4 settembre 2017

Emozioni in riva al mare con Giovani Senza Confini

PonentevazzinoNews 
Varazze, 4.09.2017.                              Home page

Emozioni in riva al mare con Giovani Senza Confini

Il 2 settembre le poesie vincitrici e un nuovo pannello.

Sabato 2 settembre, presso la galleria in località Bouffou, sul lungomare “Sandro Pertini” di Celle Ligure si è svolta la cerimonia di posa delle nuove piastrelle con le poesie vincitrici della diciassettesima edizione del premio nazionale di poesia Giovani Senza Confini,organizzato dall’associazione culturale Alberto Peluffo.

Alle ore 18 Stefano Pastorino ha dato il via alla manifestazione davanti ad un folto pubblico di adulti e bambini. Alla parete della galleria sono state aggiunte quattro nuove piastrelle con i versi che si sono classificati al primo posto o che hanno vinto la menzione speciale della giuria. Ecco i titoli delle opere:

Le emozioni in rima, poesia collettiva della classe 2B della scuola primaria A. Baodo di Celle Ligure – menzione speciale della sezione bambini/ragazzi.
A Vera Palomo, di Ernesta La Face, menzione speciale della sezione adulti.
Emozioni, di Alice Simoncelli e Martina Gaiero, prima classificata della sezione bambini/ragazzi.
L’emozione è vita, di Caterina Rizzo, prima classificata della sezione adulti.

. Gallery >>

. Posizionamento piastrelle delle prime classificate al concorso di poesia “Giovani Senza Confini 2017”: …  Video … >>

Tutte le piastrelle sono state realizzate dagli artisti della bottega artigiana “Il Tondo” di Celle Ligure, Marcello e Andrea Mannuzza.

Alla presenza del primo cittadino di Celle Ligure, Sig. Zunino, dell’assessore alla cultura del comune di Celle Ligure, Sig. Chierroni e dell’assessore alla cultura del comune di Varazze, Sig.ra Mariangela Calcagno è stato inaugurato un nuovo pannello in ceramica, sempre realizzato al “Tondo” posto all’ingresso della galleria, per coloro che provengono da ponente, che dà il benvenuto a chi si trova a passare di lì e può leggere tutte le poesie. A scoprire il pannello è stata la madrina di questa manifestazione, Anna Ratto, presidente dell’associazione culturale “Alberto Peluffo”.

Sono stati momenti di vera emozione quelli vissuti durante questo evento che completa la premiazione svoltasi ad Alpicella lo scorso 17 luglio, non solo per il tema dell’anno “Tu chiamale, se vuoi, emozioni”, ma anche per la sensibilità con la quale l’associazione Alberto Peluffo organizza questo piccolo grande evento che ha anche lo scopo di unire i due comuni in questo bellissimo punto di confine, in nome della poesia che cambierà il mondo.

Il service audio-luci è stato curato da Alessandro Giusto. Durante la manifestazione si è dato vita anche ad un piccolo laboratorio di scrittura creativa per bambini, preparato da Eleonora Caviglia: ogni bambino giocava a scrivere un acrostico, artendo da una parola data.

Il tema dell’edizione 2018 sarà Si può dare di più. Il bando uscirà alla fine del mese di ottobre.

Vogliamo concludere con le parole che Don Roberto Fiscer, il prete dj fondatore di Radio Fra le Note di Genova, ospite dell’evento alla serata di premiazione di Alpicella, ha scritto per questo evento e che sono state lette a seguito dell’inaugurazione del nuovo pannello:

Cari amici . . . Giovani Senza Confini. Per amare non servono nessun visto e nessun passaporto. Per amare non serve conoscere tutte le lingue del mondo. Per amare non devi passare nessun controllo, se non quella propria coscienza a dirci se è amore vero o bugiardo. Per amare non servono titoli di studio, ma solo conoscere la grammatica invertita: prima il tu, poi io. Per amare serve coraggio e per amare per sempre serve essere eroi. Voi potete . . . perché siete giovani . . . senza confini.

L’associazione aderisce al Comitato Lanzarotto Malocello Varazze, promotore e coordinatore del “Lanzarottus Day” e “Calendario eventi”, dedicati al ricordo dell’impresa compiuta dal navigatore ed esploratore varazzino, riscopritore di Lanzarote e delle Isole Canarie.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.