Ponente Varazzino


8 aprile 2018

Inaugurata a Genova la mostra “Baglietto, un sogno sul mare”

PonentevazzinoNews
Varazze, 8.04.2018.                                 Home page

Inaugurata a Genova la mostra “Baglietto, un sogno sul mare”

Alle ore 17.00 di venerdì 6 aprile 2018, nella Sala dei Capitani dello storico Palazzo San Giorgio, uno dei tanti gioielli della città di Genova, dove l’arte è di casa, si è tenuta la presentazione ufficiale della mostra “Baglietto, un sogno sul mare“. Un omaggio dedicato alla famiglia che ha saputo trasformare un sogno in un grande progetto imprenditoriale, diventato uno dei simboli della creatività e dell’eccellenza della nautica italiana.

. Gallery >>

Oltre all’ideatrice e curatrice della mostra, l’architetto Emanuela, partner del Renzo Piano Building Workshop e figlia di Pietro Baglietto ingegnere e progettista, uno degli ultimi proprietari assieme al cugino Giampiero dell’attività di famiglia, sono intervenuti in qualità di relatori: Paolo Emilio Signorini, presidente dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale, che ospita l’esposizione; Marco Bucci, Sindaco di Genova; Laura (Lilli) Lauro, Consigliere in Regione e presidente del Gruppo “Giovanni Toti Liguria“; Roberta Pinotti, Ministro della Difesa.

Numerosi gli ospiti provenienti dalla città di Varazze: in rappresentanza della comunità il Sindaco Avv. Alessandro Bozzano e l’Assessore Mariangela Calcagno, i rappresentanti del Gruppo ANMI, del Museo del Mare, del Varazze Club Nautico, della locale Sezione della LNI, del Centro Studi Jacopo da Varagine, del Campanin Russu, della Confraternita San Bartolomeo e tanti altri che ci scusiamo di non essere riusciti a individuare.

Alla cerimonia è intervenuta anche la Signora “Nelly”, mamma di Emanuela Baglietto, invitata a tagliare il nastro posto all’ingresso della Sala delle Compere, inaugurando la mostra allestita nella prestigiosa location, permettendo così agli sponsor e ospiti presenti di poter ripercorrere la storia dei “Cantieri“, dalla data della fondazione nel 1854 fino al 1983, anno in cui alla famiglia Baglietto sono subentrati altri imprenditori. L’esposizione si sofferma in particolare sulla produzione degli yacht, che a partire dagli anni ’50 segnarono l’inizio della realizzazione in serie di imbarcazioni su larga scala. E’ in questo periodo che la ricerca tecnologica, associata alla capacità delle maestranze locali, porta le barche Baglietto a notorietà internazionale.

L’attività, articolata e complessa di 130 anni, viene raccontata scegliendo con attenzione, con l’aiuto di Piero Maria Gibellini per la ricerca storica, gli argomenti che hanno rappresentato meglio la creatività e la poliedricità dell’immensa produzione dei Cantieri Baglietto: i gozzi, i primi motoscafi da diporto e da corsa, le barche a vela, i record di velocità e le vittorie delle regate nazionali e internazionali, i MAS (Motoscafo Armato Silurante), le imbarcazioni militari e sperimentali, le innovazioni tecnologiche, le barche per clienti ed armatori d’eccezione, fino a rappresentare l’eccellenza italiana nel design e nella nautica.

L’esposizione mette in evidenza la ricerca di tipo scientifico-tecnologico e l’abilità degli uomini che hanno contribuito a una vicenda imprenditoriale unica e inimitabile; una porzione della più avventurosa storia dell’industria italiana in un’epoca in cui accanto ai padroni e i progettisti, i maestri d’ascia, poi falegnami e carpentieri, i calafati, i tracciatori, i saldatori, i motoristi e poi gli elettricisti e tutte le maestranze, che lavoravano in cantiere, erano parte di una grande famiglia che ha prodotto delle barche da sogno.

La mostra, organizzata con la collaborazione dell’Associazione Culturale Pegli LiveVaragine.it (che ha fornito la maggior parte delle immagini storiche) e Fast & Events srls, è stata realizzata con la partecipazione dell’attuale proprietà Baglietto e di Autostrada dei Fiori nel ruolo di main sponsor.

«Gli amici varazzini, in particolare Paolo Cerruti – ha dichiarato la Baglietto -, hanno collaborato attivamente al reperimento del materiale esposto; gran parte delle immagini è stata messa a disposizione dall’archivio di Varagine.it, che ha raccolto nel tempo le fotografie dei cittadini di Varazze e delle loro esperienze.
Il progetto dell’allestimento, realizzato in collaborazione con l’arch. Matteo Orlandi è stato pensato per la Sala delle Compere di Palazzo San Giorgio, nel cuore del Porto Antico di Genova: è una leggera struttura modulare in legno e può essere allestita nuovamente in spazi e luoghi diversi. Le fotografie ed i disegni sospesi a barrette di alluminio sono organizzate per argomenti in una composizione aerea, come in una sorta di mikado.
Il percorso espositivo, arricchito dalla presenza di tavoli con modelli di barche, originali dell’epoca, si snoda libero tra queste leggere quinte di legno. I modelli provengono dal Cantiere Baglietto, dal Museo Navale di Varazze e da privati che li hanno messi a disposizione per il periodo della mostra.
Quattro proiezioni corredano l’allestimento con filmati d’epoca e non solo, ed anche interviste ai dipendenti del vecchio Cantiere. La sezione che chiude questa carrellata di immagini rappresenta l’attuale produzione del nuova cantiere attivo nello spezzino, una connessione tra passato e futuro.»

La mostra è visitabile fino all’1 maggio 2018, dal martedì alla domenica, orario continuato dalle 10:00 alle 19:00, compreso il 25 aprile e l’1 maggio. Lunedì giornata di chiusura (apertura straordinaria lunedì 30 aprile).

Grazie alla disponibilità di Giacomo Saglio attuale proprietario, a lato dell’ingresso di Palazzo San Giorgio, a dare il benvenuto agli sponsor e agli ospiti invitati alla presentazione, l’imbarcazione a vela Aldebaran II, con lo scafo in legno, costruita dai cantieri Baglietto nel 1956 e personalizzata direttamente da Mario Capio. Con questa imbarcazione la coppia Mario Capio e Tullio Pizzorno, oltre a competizioni nazionali, nel 1959 si sono aggiudicati il Campionato del Mondo classe Flying Dutchman a Whitstable, Inghilterra.

Eventi collaterali:

• Conferenze
11 aprile presso l’Auditorium del Galata Museo del Mare, dalle ore 17.00 alle 19.00, tavola rotonda: “Levoluzione del design nella nautica da diporto“, con i progettisti Aldo Cichero, Francesco Paszkowski, Tommaso Spadolini e Giovanni Zuccon e il prof. Massimo Musio Sale come moderatore.

 

– 17 aprile nella Sala del Capitano a Palazzo San Giorgio, dalle ore 17.00 alle 19.00, si terrà la conferenza sui “I MAS Baglietto della serie 500“, a cura dell’Ing. Giuliano Franceschi.

• Laboratori didattici:
In collaborazione con Legambiente Giovani Energie, verranno organizzati laboratori per le scuole nelle giornate di martedì e mercoledì e durante il weekend per le famiglie e gruppi di bambini su richiesta.

• Visite Guidate
In collaborazione con la Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova, studenti di architettura e design navale, guideranno i visitatori attraverso le immagini della mostra.

• Visita alle imbarcazioni
Fino a mercoledì 11 aprile sarà possibile la visita di barche storiche Baglietto all’ormeggio del Galata Open Air Museum su appuntamento preso direttamente al molo con l’equipaggio di bordo.

Inoltre, presentando il pieghevole della mostra timbrato si avrà diritto a uno sconto di 2 euro sul biglietto di ingresso del Galata Museo del Mare e di 3 euro sul biglietto di ingresso del Galata Museo del Mare + Sottomarino.

. Conferenza stampa in Regione Liguria … >>
.  Presentazione Mostra … >>

. Baglietto, un sogno sul mare:
… Gallery … >>
Web: sito ufficiale … >>
Pagina Facebook … >>

Inaugurata a Genova la mostra “Baglietto, un sogno sul mare”: … Versione in pdf scaricabile … >>

. Video di “Liguria Oggi” – Pubblicato il 29 mar 2018:
Cantieri Baglietto in mostra a Genova – 130 anni di storia dei Cantieri Baglietto di Varazze in mostra a Palazzo San Giorgio di Genova … >>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.