Ponente Varazzino


18 giugno 2018

Mostra personale di Corrado Cacciaguerra a Varazze nella “Gallery Malocello”

PonentevazzinoNews
Varazze, 25.06.2018.                                 Home page

Mostra personale di Corrado Cacciaguerra a Varazze nella “Gallery Malocello

Domenica 24 giugno 2018 alle ore 23:00, presso la “Gallery Malocello” di via Malocello n.37, sede del “Gruppo Artisti Varazzesi”, si è conclusa la Mostra Personale dello scultore Corrado Cacciaguerra, organizzata dal noto sodalizio artistico varazzino con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura della città di Varazze.

L’esposizione, inaugurata lo scorso lunedì 18 giugno ha ottenuto il consueto successo con numerose visite e un significativo interesse per le tante opere presentate nella suggestiva location del centro storico varazzino.

Alla cerimonia di presentazione dei lavori esposti sono intervenuti alcuni suoi colleghi, critici d’arte appositamente invitati, turisti e varazzini che da sempre seguono l’attività del noto e bravo Artista, che recentemente ha ripristinato un dito alla statua della patrona di Varazze, d’Italia e d’Europa, Santa Caterina, posta all’imbocco del porto turistico Marina di Varazze, a protezione della città e di quanti lavorano in mare.

Non è la prima volta che Cacciaguerra interviene sulle mani della statua, dopo la mano sinistra ora è toccato al dito pollice della destra. Dopo i ringraziamenti del Sindaco Avv. Alessandro Bozzano, ti giungano anche i nostri, che da sempre seguiamo non solo l’evolversi della tua opera di scultore, ma anche il tuo instancabile impegno sociale a favore di tutta la comunità varazzina. Grazie dal profondo del cuore.

. Gallery >>

I lavori esposti da Corrado Cacciaguerra nella “Gallery Malocello” meritano di essere visti con calma ed attenzione, per poter meglio cogliere le tante sfumature e i particolari che l’artista ha saputo imprimere nei materiali utilizzati e, per alcuni, è proprio necessario dedicargli un poco di tempo in più, quello necessario per cercare di decifrare e comprendere il complesso e articolato messaggio in essi contenuto.

Marco Pennone, critico d’Arte e la Prof.ssa Carla Marino scrivono di lui: “Fin da ragazzo Corrado Cacciaguerra si è dedicato alla creazione di originali opere artistiche in legno. Nativo di Piazza al Serchio, in provincia di Lucca, ha assorbito dalle radici contadine il gusto per le attività manuali e per le atmosfere fiabesche e leggendarie. Trasferitosi negli anni settanta in Liguria, vi ha trovato un humus favorevole allo sviluppo della sua vena artistica: dagli anni novanta fa parte di un gruppo di artisti di Varazze, cittadina in cui risiede, ed espone regolarmente in una saletta del centro storico, senza contare le numerose personali e collettive in varie località d’Italia.

Cacciaguerra è anche scultore in bronzo e in marmo, ma è soprattutto mosso da una grande passione per le forme che si possono ricavare dalla lavorazione del legno, in particolare quello d’ulivo, albero che da sempre è simbolo della longevità e della tenacia. Le figure umane, i volti sono i suoi soggetti preferiti, i suoi busti di donna dai lunghi colli e dalle labbra rigonfie ci ricordano l’arte africana ma anche il grande Modigliani.” (Prof.ssa Carla Marino)

Corrado Cacciaguerra, utilizzando le tecniche dell’intaglio e dell’intarsio, produce anche svariati oggetti tra i quali preziosi cofanetti e realistiche bottiglie (tanto realistiche che una volta, in una mostra all’aperto, qualcuno se n’è portata via una credendo che … fosse piena di vino!) Ma il campo nel quale fin dagli anni giovanili s’è più compiutamente esercitata la ricerca estetica di Cacciaguerra è l’arte sacra.

Mi riferisco in particolare ai Crocefissi: scarne, essenziali silhouettes, esili sagome da cui traspare tuttavia la sofferenza e il dramma del calvario, oppure volti del Cristo contratti nel dolore o nell’accettazione di ciò che si doveva compiere.

L’artista toscano, ligure d’adozione, padroneggia la non certo facile arte dell’intaglio e dell’intarsio e piega un materiale come il legno, già di per sé così ricco di sfumature e di venature di vario colore, alle più svariate esigenze estetiche e formali.

Corrado Cacciaguerra: l’animatore del legno, colui che lo fa rivivere in mille aspetti diversi. Non per niente le sue mostre trovano sempre l’interesse e il consenso del pubblico.” (Marco Pennone)

Prossimi appuntamenti con il “Gruppo Artisti Varazzesi”:
Giugno: 25/1 luglio, Ennio Bianchi.
Luglio: 2/8 Angelino Vaghi, 9/15 Caterina Galleano, 16/22 Paolo Arezzi, 23/29 Brocato, 30/5 agosto Maria Rosa Pignone.

Esposizione dedicata al ricordo dell’impresa compiuta da Lanzarotto Malocello, navigatore ed esploratore varazzino, riscopritore di Lanzarote e delle Isole Canarie, inserita nel calendario degli eventi che il locale associazionismo organizzerà nell’arco dell’anno, per concludersi sabato 22 settembre 2018 con il “Lanzarottus Day“, cerimonia ufficiale di commemorazione istituita a Varazze nel 2012.
Nel corso della commemorazione saranno citati e ringraziati tutti coloro, che a vario titolo, hanno aderito e sostenuto il progetto di informazione e divulgazione di questa importante iniziativa, coordinata dall’Assessorato alla Cultura e dal “Gruppo ANMI Varazze” attraverso il “Comitato Lanzarotto Malocello Varazze.

Comitato Lanzarotto Malocello Varazze
Calendario eventi – Lanzarottus Day 2018” dinamico, che si concluderà sabato 22 settembre con la cerimonia ufficiale di ricordo e commemorazione, istituita a Varazze nel 2012: …  Versione aggiornata in pdf scaricabile … >> 

Notizia ripresa da:
. www.albengacorsara.it … >>

. www.ivg.it … >>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.