Consiglio Direttivo del 03.08.2006

PonentevarazzinoNews

Varazze, 05.08.2006.

Inquinamento acustico ed elettromagnetico

Varazze: i cittadini chiedono le barriere antirumore sui tratti autostradali che l’attraversano, e garanzie sull’elettrosmog.

Nella riunione di giovedi’ 3 c.m. il direttivo del comitato di quartiere è stato invitato dagli abitanti partecipanti alla pubblica riunione, ad essere più deciso nel pretendere dagli Amministratori risposte alle questioni in sospeso che sono:

  • Insediamento residenziale di edilizia agevolata in località “Rio Cucco”; sono rimasti in sospeso lo spostamento della centralina del gas, per poter coprire il rio e consentire ad una parte dei mezzi pesanti di raggiungere il cantiere, espropri di orti e giardini privati e la sistemazione ed accatastamento della via Corosu, con conseguente definizione della viabilità .
  • Sostituzione di un traliccio per l’illuminazione del campo sportivo con altro di maggiori dimensioni, per ospitare ripetitori di telefonia cellulare, con stazione radio-base posta a lato del terreno di gioco, adoperato prevalentemente da bambini. Gli abitanti chiedono la disattivazione, il direttivo che ha ascoltato l’Assessore responsabile dr. Alluto, invita ad attendere i risultati dell’indagine concordata. Come dice il nostro Sindaco avv. Ghigliazza “se vogliamo i telefonini dobbiamo accettare anche i ripetitori”. A condizione, diciamo noi, che non siano dannosi per la salute dei cittadini e non deturpino ulteriormente il paesaggio.smontaggio vecchio palo-faro per fare posto al nuovo della Wind

I tratti autostradali che attraversano la città  sono particolarmente rumorosi in quanto, essendo su viadotti, hanno giunture che fanno sobbalzare i mezzi che emettono vibrazioni udibili a grande distanza. Una ossessione per chi abita nelle vicinanze, e magari sofferente o debilitato. Il comitato ha già richiesto un incontro al Sindaco, per documentarsi ed informare quanti interessati.

Purtroppo nel periodo delle ferie è sempre più difficoltoso ottenere l’attenzione dei responsabili della Pubblica Amministrazione, ma noi continueremo imperterriti a chiedere e segnalare, sicuri che otterremo quanto è giusto ci venga concesso in tempi ragionevoli. Abbiamo spiegato ai partecipanti che questo comitato è stato costituito per collaborare e non in contrapposizione a chi democraticamente eletto ci governa. Sicuri che sia l’unico modo per consentirci di risolvere alcuni dei problemi che ci stanno a cuore, per vivere meglio nel nostro quartiere e nella città.

Questo articolo è stato pubblicato il 09 Set 2006 alle 18:26 ed è archiviato nelle categorie COMUNICATI E COMMENTI DEL DIRETTIVO, NEWS DA VARAZZE. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o effettuare un trackback dal tuo sito.

Scrivi una risposta

Devi essere loggato per inserire un commento.