Sospesi i lavori nel cantiere di “Rio Cucco”

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni
comitato@ponentevarazzino.com

Varazze, 23.03.2007.


PonentevarazzinoNews


Giardini contesi in località  Rio Cucco

Gli abitanti residenti nel condominio confinante con il cantiere “Rio Cucco” di via Corosu, dove sono in costruzione sei palazzine d’edilizia agevolata, ci hanno informati che i lavori di tracciatura con nastro segnaletico e 230307-013.jpgpaletti, eseguiti negli adiacenti giardini privati, dagli addetti ai lavori dell’impresa li impegnata, non sono stati autorizzati dai legittimi proprietari.

Alcune signore presenti alla riunione hanno pesantemente aggredito, con toni ed aggettivi taglienti e penetranti come bisturi appena affilati, i rappresentanti del comitato. Siamo stati accusati di non aver trattato con sufficiente impegno, la segnalazione fattaci in occasione di un sopralluogo insieme al signor Sindaco avv. Antonio Ghigliazza, l’assessore Busso, l’ingegnere capo Gandolfo e l’arch. Ghione, riguardo al rispetto delle distanze delle nuove costruzioni dal loro condominio, come riportato nella nostra news del 19.02.2007 dal titolo Gli abitanti di Rio Cucco Ringraziano il Sindaco avv. Ghigliazza e l’assessore cav. Busso, e dobbiamo alla loro iniziativa di richiesta e verifica, presentata alla Polizia Municipale e al Comandante della locale caserma Carabinieri, se oggi i lavori sono stati sospesi e i controlli avviati.

Verificando l’informazione ricevuta, abbiamo appurato che i proprietari 230307-015.jpgdei giardini interessati, residenti fuori della Regione Liguria, non solo non sono stati informati delle operazioni eseguite, ma il 22 marzo sono stati invitati di venire a Varazze, per firmare un documento richiesto dal Comune, con riferimento ai lavori in corso, adducendo vaghe e poche chiare motivazioni. Preoccupati e stupiti da questa richiesta, si sono rivolti ai vicini qui residenti, sia per metterli al corrente della richiesta ricevuta, sia per chiedere chiarimenti.


Dalle notizie pervenutaci e dalle verifiche da noi fatte, sembra proprio che abbiano ragione. Ecco spiegato il perché delle richieste giunte ai proprietari dei giardini; aree e indici edificabili necessari per regolarizzare la posizione delle costruzioni che stanno sorgendo. Due delle tre persone che sono state invitate a venire a firmare il documento richiesto dal Comune, ci hanno telefonato e assicurato che non vogliono ne vendere ne cedere i loro diritti, e sono arrabbiate per l’intrusione nella loro proprietà , non autorizzata.

Gli abitanti del condominio interessato si sentono traditi da noi, ma 230307-017.jpgsoprattutto dagli Amministratori e tecnici Comunali, che hanno lasciato passare troppo tempo dalla segnalazione fatta il 19 febbraio, in occasione del sopralluogo, quando non erano ancora stati eretti pilastri e solette. Ci chiedono di sapere come si risolverà  la faccenda, perché hanno l’impressione che una soluzione a favore dei costruttori, e a loro danno, si troverà  certamente, come da consuetudine.


Ci asteniamo dal fare commenti, siamo sicuri che il signor Sindaco avv. Antonio Ghigliazza, dopo queste informazioni, quelle già  in suo possesso e i colloqui avuti con i consiglieri di questo comitato, ha adottato, o lo farà , i necessari e opportuni provvedimenti. Chiediamo, per non penalizzare le cooperative interessate con ingiustificati ritardi, di autorizzare la ripresa dei lavori non direttamente connessi all’esposto presentato.


Firmato: il direttivo.

Questo articolo è stato pubblicato il 24 Mar 2007 alle 21:33 ed è archiviato nelle categorie NEWS DA VARAZZE. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o effettuare un trackback dal tuo sito.

Scrivi una risposta

Devi essere loggato per inserire un commento.