World Wetlands Day – 2 Febbraio 2009 – Giornata mondiale delle zone umide

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e Dintorni“
comitato@ponentevarazzino.com –   Home page

Varazze, 02.02.2009.

foto_17781PonentevarazzinoNews

World Wetlands Day
2 Febbraio 2009
Giornata mondiale
delle zone umide

Oggi è il World Wetlands Day, la giornata che ricorda la firma della Convenzione delle Zone umide nella città  iraniana di Ramsar il 2 Febbraio 1971, un trattato internazionale che fissa il quadro della conservazione e dell´utilizzo razionale delle zone umide e delle loro risorse. Alla Convenzione di Ramsar aderiscono oggi 158 Parti che hanno iscritto 1755 aree naturali nella Lista sur Ramsar delle zone umide di importanza internazionale, per una superficie totale de 161 milioni di ettari.

Secondo quanto approvato dalla Conferenza delle parti (Cop8) di Ramsar nel 2002 «La Convenzione ha come missione la conservazione e l´utilizzo razionale delle zone umide attraverso azioni locali, regionali e nazionali con la cooperazione internazionale, in quanto contributo alla realizzazione dello sviluppo sostenibile in tutto il mondo». Il tema per la giornata di quest´anno, “Da monte a valle”, riguarda i bacini idrografici e la loro gestione, per fare in modo che i gestori dei bacini includano nei loro progetti non solo l´acqua ma anche le zone umide indres.

Sul sito della Convenzione di Ramsar si legge: «Speriamo che il World wetlands day di quest´anno, sia che venga celebrato il 2 febbraio o in una data vicina (come ha fatto il Wwf in Italia il 31 gennaio ed il primo febbraio, ndr) sia un´opportunità  per ognuno di scoprire le zone umide che li circondano e le loro relazioni con le zone ambientali, quali sono i benefici delle zone umide per le aree ambientali e, sicuramente, quali sono gli impatti delle attività  che si svolgono nei bacini e versanti sopra le zone umide».

La Convenzione di Ramsar si sforza di fornire linee guida per la gestione dei bacini idrografici, anche perché la buona gestione di un bacino può rapidamente peggiorare a causa di cattive decisioni per la gestione dell´acqua a livello dei versanti.

Un altro aspetto centrale è quello della sensibilizzazione di tutti i protagonisti della gestione dei bacini idrografici locali: agricoltori, pescatori, famiglie, le cui attività  hanno immediate ripercussione su questi delicate ambienti che sfruttano.
 
Fonte: http://www.greenreport.it

Per approfondire:

Cos’è una zona umida: dossier in pdf 

Calendario ambientale per il 2009

2 febbraio: World Wetlands Day, ovvero la Giornata mondiale delle zone umide dal tema “A monte- a valle. Le zone umide connettono tutti noi”.

13 febbraio: Climate Care Day, giornata creata da Arkadin in collaborazione con il Wwf affinché il mondo dell’impresa coinvolga i propri dipendenti in un gesto simbolico sulla riduzione dei consumi.
13 febbraio: M’illumino di meno 2009, la giornata nazionale del Risparmio Energetico che nelle recenti edizioni ha saputo contagiare anche l’estero.

16 febbraio: quarto compleanno per il Protocollo di Kyoto.

16-20 febbraio: Nairobi ““ XXV sessione del Consiglio dell’ Unep (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) e Forum globale ministeriale sull’ambiente.

10-12 marzo: Copenaghen ““ Conferenza scientifica internazionale sui cambiamenti climatici, per fare il punto su conclusioni scientifiche, tecnologie e decisioni politiche avanzate.

16-22 marzo: Istanbul ““ 5° Forum mondiale sull’acqua e conferenza ministeriale sulle strategie di gestione della risorsa idrica alla luce del cambiamento globale, anche del clima.

22 marzo: Giornata mondiale dell’acqua, che quest’anno avrà  come tema “condivi l’acqua. Condividi le opportunità “ puntando alla questione dell’oro blu transfrontaliero.

28 marzo: Earth Hour, evento mondiale lanciato dal Wwf che punta a coinvolgere un miliardo di persone in mille città  per una concreta azione di riduzione dei consumi energetici.

17-19 aprile: Siracusa ““ G8 sull’Ambiente.

20 aprile: New York ““ 8° Forum ONU sulle Foreste che affronterà  i cambiamenti climati la deforestazione la desertificazione assieme ai temi della biodiversità  e della gestione sostenibile delle foreste.

22 aprile: Giornata mondiale della Terra.

22 maggio: Giornata mondiale della biodiversità .

24-26 maggio: Copenaghen ““ World Business Summit sui cambiamenti climatici

5 giugno: Giornata mondiale dell’ambiente.

8 giugno: Giornata mondiale degli oceani.

17 giugno: Giornata mondiale della lotta contro la desertificazione e la siccità 

8-10 luglio: G8 in Italia, alla Maddalena

31 agosto-4 settembre: Ginevra ““ Conferenza mondiale sul clima promossa da un’agenzia Onu, l’Organizzazione mondiale meteoreologica (World Meteorological Organization), per definire gli scenari sul clima.

19-20 settembre: Clean up the world ovvero “Puliamo il mondo”, un weekend a livello internazionale dedicato a bonificare l’ambiente dai rifiuti. In Italia è organizzato da Legambiente.

22 settembre: Giornata mondiale senz’auto (World Carfree Day), un giorno per lasciare il proprio mezzo a casa e spostarsi in modo sostenibile, in genere a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici.

4 ottobre: Giornata mondiale dedicata agli animali.

11 dicembre: Giornata internazionale della montagna.

7-18 dicembre: Copenaghen ““ Conferenza Onu sul clima (Cop 15), dalla quale dovrebbe partire il nuovo accordo globale salva-clima, per il posto Kyoto in scadenza il 2012.

Fonte: http://www.rinnovabili.it

Il direttivo
[exec] InSeries::ToC(); [/exec]

Questo articolo è stato pubblicato il 02 Feb 2009 alle 19:02 ed è archiviato nelle categorie Ambiente, Attualità, EVENTI E MOSTRE, NEWS DA VARAZZE. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi andare in fondo e lasciare un commento. Attualmente il pinging non è permesso.

Un commento

 1 

Da “savonanews” del 6 febbraio 2009 – WWF, le oasi umide salvano il pianeta dall’inquinamento

Fenicotteri, anatre, falchi e aironi delle zone umide aspettano i visitatori in 13 oasi Wwf aperte gratuitamente in occasione della giornata mondiale che si è svolta il 2 febbraio, data della firma della Convenzione Internazionale sulle Zone Umide, il 2 febbraio 1971 a Ramsar, in Iran. Ben 158 sono i paesi nella Convenzione, 1.828 i siti riconosciuti al mondo per un totale di 169 milioni di ettari. Ad Alviano, in Umbria, l’evento clou Wwf, sotto la guida di Fulco Pratesi [Continua … ]

06 Feb 2009 alle 07:57

Scrivi una risposta

Devi essere loggato per inserire un commento.