Varazze: “Appunti di viaggio” è stato presentato presso la libreria Tempolibro

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni

Varazze, 31.07.2011.                                            Home page

PonentevarazzinoNews

“Appunti di viaggio” è stato presentato presso la libreria Tempolibro

Buon successo di pubblico alla presentazione del libro “Appunti di viaggio” dell‘archeologo Fabrizio Benente, tenutosi alla libreria Tempolibro sulla passeggiata a mare di Varazze. All’incontro hanno presenziato rappresentanti delle associazioni culturali varazzine e l’assessore delegato alla cultura Mariangela Calcagno, che è intervenuta nel corso del dibattito seguito all’esposizione dell’opera.

All’introduzione di Marina Piombo, responsabile della libreria ospitante l’evento, ha fatto seguito la lettura ed il commento di alcuni brani da parte di Stefano Pastorino, che ha saputo dialogare piacevolmente con l’autore sui temi trattati nel libro.

“Appunti di viaggio” racconta quattordici storie elaborate in dieci anni di ricerca storico-archeologica tra Turchia, Israele, Mar Nero e Crimea, sulle tracce delle colonizzazioni liguri, in particolare genovesi, iniziate ai tempi delle crociate. I racconti, che ci portano anche in Cina a visitare la Mongolia interna e la perduta Olon Sume sulle tracce del Tempio della Croce, ci permettono di condividere l’esperienza del viaggio ed assorbire la conoscenza di altre culture.

Raccogliendo dati da fonti scritte ed orali, Fabrizio Benente ci tramanda storie di uomini e donne partiti perlopiù dalla sua terra, il Levante ligure, che a partire dal Medioevo attraversarono il Mediterraneo e, più avanti nel tempo, l’Oceano alla ricerca dell’oro nella “Merica” dell’Ottocento. Ed i loro ritorni in quelle campagne della Liguria orientale che in altri “Appunti di viaggio” fa da sfondo alle quotidianità di banditi, minatori e fonditori di metalli del XVI e XVII secolo .

L’autore, docente all’università di Genova in “Archeologia del Mediterraneo Medievale”, ha saputo infondere nei suoi racconti quella passione che guida alla scoperta delle proprie origini e delle tradizioni tramandate dal passato; nell’opera si incrociano storie di ieri, memorie di paese e ricordi di famiglia, insomma il “sapere” che si trasmette (ormai sempre più di rado) di generazione in generazione nei cortili di paese durante le veglie.

Nel corso della presentazione Fabrizio Benente ha voluto ricordare e rendere omaggio alla figura di Mario Fenoglio, scopritore del più importante sito preistorico dell’area del Beigua, il riparo sottoroccia di Fenestrelle, che l’autore ha conosciuto agli inizi della sua esperienza archeologica partita proprio da Varazze.

Marina Piombo che gestisce la libreria Tempolibro, prevede di organizzare altri incontri di questo genere. Nel frattempo proseguono gli appuntamenti serali con le letture e animazione dedicate ai bambini, tenute in collaborazione con il maestro Stefano Pastorino. Le date degli incontri sono visibili appese all’ingresso della libreria.

Altra piccola iniziativa legata al mondo della lettura e agli amanti del libro Marina la propone invitando i clienti a riempire la bacheca dello “Spazio dedicato”. Su foglietti colorati si scrive l’incipit o la frase di un libro che ci sta a cuore o ci ha colpito, il titolo del libro da cui è tratta, nome dell’autore e la firma. Verranno esposti in libreria. “Quando non troviamo le parole per esprimere dei pensieri profondi è sempre la letteratura a venirci in soccorso”.

Questo articolo è stato pubblicato il 31 Lug 2011 alle 23:38 ed è archiviato nelle categorie Attualità, NEWS DA VARAZZE. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi andare in fondo e lasciare un commento. Attualmente il pinging non è permesso.

Scrivi una risposta

Devi essere loggato per inserire un commento.