Ponente Varazzino


15 maggio 2009

Varazze – I 90 anni di Pino Carattino, grande e pluridecorato velista varazzino

Filed under: Attualità,Cantieri Baglietto,CITTADINI EMINENTI:,E: GALLERY,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 22:50

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e Dintorni
comitato@ponentevarazzino.comHome page

Varazze, 15.05.2009.

PonentevarazzinoNews

pino_carattino1I 90 anni di Pino Carattino, grande e pluridecorato
velista varazzino

Nella sua gloriosa vita di velista ne ha sentiti tanti, ma il prossimo colpo di cannone ed il saluto “Hip, Hip, Urrà” ripetuto tre volte, classica accoglienza al vincitore di una regata velica, sarà sicuramente il più bello perché il traguardo raggiunto è di quelli importanti.

Sabato 16 Maggio, Giuseppe “Pino” Carattino, grande e pluridecorato velista varazzino, taglia il traguardo dei 90 anni, e verrà festeggiato da amici e parenti nella sede del circolo a lui più caro, e per il quale ha dedicato tempo e fatica per divulgare ed insegnare lo sport della vela a tutti i giovani: Il Varazze Club Nautico che, tra l’altro, festeggia proprio quest’anno lo stesso compleanno essendo stato fondato proprio nel 1919.

Pino cominciò all’età di 14 anni e, mentre il papà e gli zii lavoravano nei Cantieri Baglietto, si intrufolava tra barche, vele ed attrezzature pur di imparare il mestiere e trovare l’occasione per poter andare in barca a vela. La sua scuola all’inizio furono i marinai professionisti che, portando le barche in cantiere dopo le regate, raccontavano di bordi e virate, cambi di vela e strategie di regata.

In cambio della pulizia degli ottoni e del riordino delle attrezzature, otteneva di poter timonare la barca dalla boa sino al moletto, quando si doveva imbarcare l’equipaggio per ripartire. Era un breve tragitto, ma una soddisfazione immensa. Poi venne il tempo di cimentarsi nelle regate con le Lupe, piccole lance con una sola vela, e i più grandi gozzi Argus costruiti proprio sugli scali varazzini. Lì cominciarono le innumerevoli vittorie che portarono Pino a diventare un esperto timoniere ed un grande tattico, pronto per il salto alle manifestazioni più importanti.

Da allora molti sono stati i suoi successi in campo velico, a partire dal dopoguerra sino ad arrivare ai primi anni 60. Citiamo solo per brevità i più importanti ovvero, le 7 vittorie nei Campionati Italiani della classe Flying Dutchman, la partecipazione alle Olimpiadi di Helsinki del 1952 con il Dragone “Galatea”, la vittoria ai Giochi del Mediterraneo di Barcellona del 1957 e le tante vittorie in Italia ed all’estero con le Classi Star, 5.50 e Dragoni.

Grandi regate, all’epoca, e grandi sfide con Straulino e Rode, Capio, Beppe Croce, Canessa, Bianchi, Chiozza e tanti altri campioni della vela italiana.

Molti di loro sono saliti agli onori delle cronache mentre Pino, schivo ed umile, ha sempre preferito il rifugio della famiglia, il lavoro nei Cantieri Baglietto, e l’attività con il VCN.

pino-carattino_1952-napoli pino-primo-a-sn-in-alto-con-il-fratello-ed-i-cugini-davanti-ad-un-gozzo-argus pino-terzo-da-sn-con-i-fratelli-e-i-cugini-in-partenza-per-helsinki

Pino Carattino_1952 Napoli.

Pino primo a sn in alto con il fratello ed i cugini davanti ad un gozzo Argus

Terzo da sn con i fratelli e i cugini in partenza per Helsinki

Il direttivo e la segreteria di Ponente Varazzino, si uniscono ad amici e parenti, e gli fanno i migliori auguri per questo importante traguardo.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.