Ponente Varazzino


8 Ottobre 2007

Varazze – Santa Caterina. Il Papa a Savona. Il retroporto

Filed under: Attualità,E: VIDEO,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 16:08

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni
comitato@ponentevarazzino.comwww.ponentevarazzino.com

Varazze, 07.10.2007.

PonentevarazzinoNews

Cerimonia benedizione statua di Santa Caterina

Santa Caterina – Il Papa
a Savona nel 2008
la riqualificazione del retroporto

L’articolo scritto da Massimo Picone su La Stampa, edizione di Savona di domenica 7 ottobre, racconta la giornata di festa per celebrare e benedire la nuova sistemazione della statua della Santa, protettrice della città  e di quanti escono dal suo porto per avventurarsi in mare.

Lo riportiamo a naturale testimonianza dell’evento, unitamente ad una elaborazione videofotografica della cerimonia, ed anche perché parla della possibile venuta del Santo Papa a Savona, nel maggio del 2008, e di una considerazione fatta, dal nostro Signor Sindaco, sulla questione molto attuale per il nostro quartiere e per Varazze: la riqualificazione del retroporto.

Leggiamolo e meditiamolo, insieme, spogliandoci di ogni preconcetto, e che Santa Caterina aiuti e guidi i nostri politici a trovare presto una soluzione condivisa, “per il bene della città “, come dice il Sindaco avv. Antonio Ghigliazza, e ripreso dal corrispondente della Stampa.

Elaborazione videofotografica

La stampa“ Santa Caterina – La storia

“Il Papa a Savona? Dovrebbe arrivare a maggio 2008, ma ad oggi tengo a precisare che non c’è nulla di scritto, quindi d’ufficiale». Monsignor Domenico Calcagno, vescovo uscente di Savona, ha parlato anche della visita di Benedetto XVI nel Savonese durante la cerimonia di ieri pomeriggio per il ritorno della statua di Santa Caterina nel porto di Varazze. Bagno di folla per uno degli ultimi appuntamenti savonesi del prelato, nominato arcivescovo e trasferito a Roma. Una festa che Varazze ha sentito in modo particolare soprattutto per il grande attaccamento che lega i varazzini alla Santa patrona, festa che si è svolta in un clima mite da tarda estate.

La statua di Santa Caterina è tornata a dominare l’imboccatura del porto dopo una lunga assenza che ha fatto soffrire i varazzini più attenti alle tradizioni e in particolare gli affiliati all’Associazione Internazionale Caterinati. I «Caterinati» sono coloro che più ardentemente hanno voluto la statua di marmo, alta due metri, in atteggiamento di cordiale accoglienza per le imbarcazioni in approdo posta per la prima volta nel 1966 su un monolito dell’Isola d’Elba alto sei metri. Ieri pomeriggio la manifestazione è iniziata con il raduno in piazza Sant’Ambrogio, dove si è formato il corteo che ha raggiunto il molo in processione. La giornata in onore della patrona d’Italia è poi terminata con la Messa presieduta nella stessa chiesa dall’arcivescovo di Siena monsignor Antonio Buoncristiani.

Il sindaco Antonio Ghigliazza, in fascia tricolore, dal palchetto ha ricordato i lunghi lavori che hanno condotto alla ricostruzione del porto. «Quello che ora vediamo (indicando la darsena) ha portato riqualificazione, sviluppo ed occupazione. Di riflesso è necessario un intervento anche nella zona retrostante». Riprendendo i veleni politici, sempre presenti tra le opposte fazioni locali, Ghigliazza ha compreso il disagio dei varazzini. «Anche noi dobbiamo abbandonare personalismi e rancori epidermici per il bene della città ».

Ma la vera protagonista della giornata è stata proprio la celebre statua della Santa, cui i varazzini sono molto devoti. «Oggi finalmente dopo la radicale modifica del porto di Varazze – spiega Marina Delfino, presidente del gruppo varazzino dei Caterinati – siamo pronti a risistemare la statua su uno scoglio di circa due metri che fa da corona alla diga di sottoflutto che è facilmente raggiungibile a piedi. Verrà  anche fissata la targa dedicatoria che richiama quella originale e sulla quale possiamo leggere “A Santa Caterina da Siena, intrepido apostolo di concordia, approdo di pace in Cristo, Varazze, immutata nella riconoscenza, il suo porto affida” ».

La statua fu installata nel vecchio scalo il 16 ottobre 1966. Il monumento fu voluto dai Caterinati, allora presieduti da Giuseppe Massone. La scultura di marmo alta due metri, opera del toscano Ettore Mariani di Pietrasanta, è in atteggiamento di cordiale accoglienza ed ora posta su uno scoglio che fa corona alla diga di sottoflutto.” – MASSIMO PICONE –

Articoli argomento – Santa Caterina

  1. Varazze – Santa Caterina. Il Papa a Savona. Il retroporto
  2. Varazze – Decida poetica di Silvio Craviotto a Santa Caterina
  3. Varazze – Santa Caterina torna sul molo

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.