Ponente Varazzino


29 Dicembre 2007

Varazze – Un nuovo modo di far politica

Filed under: COMUNICATI E COMMENTI DEL DIRETTIVO,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 20:51

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintorni”
comitato@ponentevarazzino.comwww.ponentevarazzino.com

Varazze, 29.12.2007.

giulio-alluto.jpgPonentevarazzinoNews

Un nuovo modo di far politica

Riceviamo dall’Assessore all’Ambiente e N.U. Dott. Giulio Alluto il seguente Comunicato Stampa di fine anno, che contiene un augurio per l’imminente 2008, al quale ci associamo unitamente a tanti altri varazzini.

Il prossimo sarà  un anno di grande trasformazione e recupero urbano per Varazze, a prescindere da come si evolverà  la situazione del ponente cittadino, che vede le forze politiche letteralmente spaccate e contrapposte sul suo risanamento, che pure è da tutti voluto ed auspicato, quanto necessario.

Condividiamo molte delle cose che il nostro Assessore, impegnato nella Giunta Comunale di Centrosinistra con alcuni innesti dell’Associazionismo economico (Esercenti ed Albergatori), ha voluto evidenziare e ci riserviamo di svilupparle in seguito, oggi vogliamo riservare tutta la visibilità  al suo pensiero politico. Dobbiamo ad ogni modo subito dissentire su una questione, che ci tocca da vicino e che ci vede coinvolti nostro malgrado: la consultazione sul recupero del Distretto T1.

Mai avremmo voluto sentir parlare di referendum o di consultazione a mezzo questionario con tanto di crocetta; subiamo l’evento senza condividerlo e riservagli importanza alcuna, ai fini di una oculata e valutata scelta di recupero del nostro quartiere. Sono altre le strade da seguire, per evitare di commettere errori o rischiare di “scommettere” su interventi urbani, che invece devono per loro stessa natura essere attentamente e competentemente valutati.

Firmato: il direttivo.

Riportiamo Comunicato Stampa dell’Assessore Dr. Giulio Alluto.

Speriamo che il 2008 porti aria nuova a Varazze! Un nuovo modo di far politica!

Un partito democratico che nasce per risolvere i problemi della città  e dei cittadini: problemi irrisolti o abbandonati ormai da troppi anni.

Un partito democratico che non pensa solo alle grandi opere ma si occupa di lavoro, turismo, ambiente, sociale, cultura, ecc.

Sicuramente il primo impegno è la consultazione elettorale per la T1. E’ vero il progetto del cosiddetto “retro porto” è fondamentale per migliorare le condizioni urbanistiche della città .

Occorre impegnarsi tutti, bisogna invitare i cittadini a partecipare alla consultazione.

Migliorare la qualità  urbana significa incrementare la qualità  turistica. Contemporaneamente occorre impegnarsi per ricucire lo strappo con le categorie economiche: albergatori, commercianti, bagni marini. Per far questo, a mio avviso, bisogna avviare un PROGETTO CONDIVISO tra categorie economiche, associazioni e amministrazione comunale.

L’obiettivo deve essere quello di trovare le condizioni progettuali, culturali e finanziarie idonee per riposizionare il turismo come elemento fondamentale della politica per lo sviluppo economico della città . Inoltre occorre investire sul binomio: “qualità  turistica e qualità  ambientale” integrazione fondamentale per il rilancio turistico della città .

I riconoscimenti ambientali presi dall’amministrazione comunale (Emas, la certificazione ISO 14001, la bandiera blu) hanno senso se utilizzati non solo per migliorare le condizioni ambientali della città  ma soprattutto per rilanciare il turismo a Varazze.

Occorre però un PROGETTO CONDIVISO con obiettivi ed azioni concrete e tempi di realizzazione certi e ben definiti. In questo progetto devono però essere anche coinvolte le associazioni di volontariato, culturali, sportive di Varazze: è necessario valorizzare l’importante ruolo delle associazioni presenti a Varazze mediante il coordinamento ed il finanziamento equo delle loro iniziative.

L’associazionismo deve però operare in un quadro globale di programmazione inserito all’interno del PROGETTO CONDIVISO in sintonia con l’amministrazione comunale e le categorie economiche.

Quindi AMMINISTRAZIONE COMUNALE, ASSOCIAZIONISMO e CATEGORIE ECONOMICHE, TUTTI INSIEME PER IL RILANCIO “TURISTICO AMBIENTALE ” DELLA CITTA’. Varazze non deve trasformarsi in un “dormitorio”, deve imparare a mettere in campo tutte le sue potenzialità  turistiche , ambientali, culturali ed umane.

Potenzialità  che non vengono ancora utilizzate forse per pigrizia o per eccessivo campanilismo, forse per pessimismo, forse perché prevale in città  la cultura del “mugugno”.

Il partito democratico deve essere una forza ottimista, propositiva ed operativa per la città  e per i suoi cittadini. – Giulio Alluto.”

1 commento »

  1. Savonanews” – Varazze: l’augurio di Giulio Alluto per il nuovo anno

    Nell’augurio che l’Assessore all’Ambiente del Comune di Varazze fa alla città e a tutti i cittadini si intuisce la speranza che “il 2008 porti aria nuova a Varazze, un nuovo modo di far politica”, riferendosi palesemente alle aspettative personali per quello che potrà fare il neo nato Pd.

    Spiega così Giulio Alluto: “Un partito democratico che nasce per risolvere i problemi della città e dei cittadini… [Continua]

    Commento by Comitato Ponente Varazzino — 2 Gennaio 2008 @ 12:49

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.