Ponente Varazzino


15 Ottobre 2009

degustazioni equo solidali e Cine forum a Varazze

Filed under: Ambiente,Attualità,EVENTI E MOSTRE,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 00:03

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e dintornicomitato@ponentevarazzino.com –  Home page

Varazze, 15 ottobre 2009.

PonentevarazzinoNews

degustazioni equo solidali e
Cine forum a Varazze

equo-per-tuttiSabato 17 ottobre 2009 ore 21, presso la sala Conferenze del Palazzetto dello sport di Varazze in piazza Gen. C.A. Dalla Chiesa, proiezione del film “Campi di fragole” della regista israeliana Ayelet Haller, grazie alla collaborazione della Coop. Mandacarù. Una storia di speranza, frustrazione, occupazione, globalizzazione e politica che ruota attorno ad un piccolo frutto rosso: è l’avventura di una fragola che sogna la Libertà.Stesso giorno, davanti ad Amandla per un commercio equo e solidale, via Mameli 13 Varazze, dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 19, “Piccole degustazioni equo solidali”. 

Amandla per un commercio equo e solidale: perché un altro mondo è possibile

L’associazione AMANDLA è un’associazione di volontariato nata a Varazze nel giugno del 1997 che ha tra i suoi scopi statutari l’informazione e la sensibilizzazione nei confronti delle realtà economiche e socioculturali dei Paesi in via di sviluppo. Nell’ambito del commercio equo e solidale  Amandla ha trovato il principale motore della suo essere, ma anche in tutto ciò che riguarda il consumo critico e a una maggiore attenzione all’uomo e all’ambiente. [Continua … ]

Da “Il Giornalino” – “Amandla: Cari amici, vi ricordiamo il secondo appuntamento con le iniziative di “Equo per tutti” con il film “Campi di fragole” sabato 17 ottobre ore 21 Palazzetto dello Sport Varazze.

GIORNATA MONDIALE PER IL DIRITTO AL CIBO. CAMPI DI FRAGOLE di Ayelet Heller. Regia: Ayelet Heller; fotografia: Anas Rehan; montaggio: Yoni Kohen; sound designer: Tamer Jamal Aljamal; produzione: Trabelsi Productions. Durata: 60 minuti.

Immaginiamo una storia di speranza, frustrazione, occupazione, globalizzazione e politica che ruota attorno ad un piccolo frutto rosso: è l’avventura di una fragola che sogna la libertà. Le piante arrivano da Israele a Gaza, dove, nei campi di Beit Lahiya, vengono coltivate per rifornire il mercato europeo. Gli stessi campi di fragole, dove il ciclo agricolo è documentato parallelamente agli eventi politici che coinvolgono i coltivatori, divengono teatro di guerra e delle tristi violenze che la accompagnano. I colori brillanti dello splendido scenario campestre, passano quindi in secondo piano in una terra dove a governare non sono più le leggi della natura, ma quelle dell’Occupazione.

E sempre sabato 17, nell’orario di apertura della Bottega, venite a fare uno spuntino offerto e preparato dai volontari. Vi aspettiamo! I volontari di Amandla”

Fonte: Equopertutti

Il direttivo.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.