Ponente Varazzino


13 marzo 2018

Paolo Giallombardo e Cinzia Astaldi ospiti di Spotorno ad “Incontri” su TeleVarazze

Filed under: Attualità,E: GALLERY,EVENTI E MOSTRE,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 17:08

PonentevazzinoNews
Varazze, 13.03.2018.                                 Home page

Paolo Giallombardo e Cinzia Astaldi ospiti di Spotorno ad “Incontri” su TeleVarazze

Il 31 gennaio 2018 TeleVarazze ha dedicato la trasmissione in diretta “Incontri” ad una coppia di artisti della ceramica, Paolo Giallombardo e Cinzia Astaldi, che da qualche tempo lavorano, per così dire, “a quattro mani” in quel di Albissola Marina. Insieme fanno ceramica in una piccola bottega un po’ defilata rispetto alle solite location del centro storico fra Pozzo Garitta, via Repetto, via Isola, via Stefano Grosso, fino alle fabbriche San Giorgio e Mazzotti.

Giallombardo e Cinzia Astaldi, zio e nipote, maestro e allieva (che possiede una sensibilità artistica tutta sua e il maestro non vede l’ora di trasmetterle per intero i suoi “trucchi del mestiere”, aspettando di goderne i frutti) bisogna andarseli a cercare nel loro “antro” verso Grana, fra grandi pannelli, personaggi del presepe, animali dell’aria e dell’acqua modellati nella terra e trasfigurati dalla magia del forno.

Giallombardo carissimo amico del nostro concittadino e direttore tecnico dell’emittente varazzina, Giuseppe Codino, ha molto da raccontare circa le sue amicizie e frequentazioni del mondo artistico albisolese degli anni cinquanta e tante opere da mostrare.

Ormai da parecchi anni si è a dedicato a quel primo amore giovanile per la ceramica che aveva dovuto accantonare per seguire un altro percorso di vita. Ha rimesso le mani nella “terra”, ha recuperato gli insegnamenti di Eliseo Salino (maestro generoso, capace di cogliere “il marchio dell’arte” nelle persone, in Paolo Giallombardo lo aveva colto, eccome!), ha ritrovato la gioiosa creatività dell’adolescenza, e dal primo presepe del 2010 ne ha fatta tanta di strada, sia nei contenuti artistici, sia nella considerazione della critica, sia nelle soddisfazioni professionali e socio culturali. Una per tutte, la lettera del Ministro degli Interni Alfano che ha definito l’opera di Paolo Giallombardo: “… il più bel presepe donato a una Prefettura in Italia …”.

Cinzia Astaldi da circa un anno ha affiancato lo zio aggiungendo l’energia, la fantasia, la sensibilità e anche la spregiudicatezza di una donna giovane a quelle di un maestro ma anche un eterno giovane uomo. Il suo contributo è stato importante e riconoscibilissimo (parola dell’autorevole critico Federico Marzinot) nell’ultimo grande pannello dedicato ai martiri di Cefalonia per il Comune di Monastero Bormida; così come negli originali presepi consegnati alle massime autorità civili, militari e religiose di Savona durante una splendida cerimonia presso la Prefettura l’8 dicembre 2018.

Cinzia poi, in assoluta libera autonomia, progetta, modella, realizza ciondoli in ceramica smaltata dai colori brillanti, “illuminata” con l’utilizzo di oro zecchino: pezzi unici, originali, in cui la femminilità dell’artista incanta.

Giallombardo e Cinzia hanno trasformato lo studio di TeleVarazze in una vera galleria d’arte e Piero Spotorno ha magistralmente condotto una ben equilibrata conversazione, incentrata sui due artisti e sulle opere ma che ha finito inevitabilmente per allargarsi a tematiche diverse: Albissola e le sue pignatte, i suoi anni d’oro, i macachi dei presepi tradizionali e le statuine di Eliseo Salino, caricaturali eppure così piene di spiritualità (reminescenze degli uni e delle altre si ritrovano negli originali e importantissimi presepi di Giallombardo).

Davanti alle telecamere, insieme a Paolo Giallombardo e Cinzia Astaldi, Spotorno ha accolto altri due personaggi: il già citato Federico Marzinot, critico d’arte, studioso ed esperto di ceramica, scrittore di libri (Ceramica e Ceramisti di Liguria, La Ceramica), di articoli e recensioni, nonché stimato conferenziere; ed Elda Dell’Amico, autrice, insieme al marito Angelo Nicolini e a Francesco Gervasio (amato e stimato ex-Sindaco di Albissola Marina, noto a tutti semplicemente come “u megu”) dei due libri “Albisola … c’era una volta” in cui sono raccolte le storie quotidiane di Albisola a partire dalla fine dell’ottocento insieme a una magnifica e amplissima documentazione fotografica.

Stimolati da Spotorno e alternandosi piacevolmente, i quattro ospiti hanno riempito due ore di trasmissione con il racconto della vita di Giallombardo e dei progetti di Cinzia, con aneddoti su personaggi ed iniziative artistiche del passato e del presente, con il commento delle numerose immagini documentali. In particolare Federico Marzinot ha dato una interessante lettura critica delle opere di Paolo e Cinzia esposte in studio e di quelle documentate fotograficamente.

Chi non ha seguito in diretta la sera del 31 gennaio 2018 ed è interessato, può seguire le repliche già calendarizzate o può cercarle sulla pagina di Facebook all’indirizzo Televarazze Live.

Un grazie a Codino e a tutto lo Staff dell’emittente varazzina per aver offerto a suoi spettatori una bella serata di intrattenimento e informazione di notevole valore storico e culturale.

. Gallery … >>

Fonte: TeleVarazze

 

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.