Ponente Varazzino


4 Giugno 2008

Varazze – Il Pesto del Gruppo Animazione Varazze

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e Dintorni
comitato@ponentevarazzino.comwww.ponentevarazzino.com

Varazze, 04.06.2008.018.JPG

PonentevarazzinoNews

Il Pesto
del Gruppo Animazione Varazze

Gli amici del GAV sono ormai lanciatissimi, dopo il successo ottenuto al “Campionato Mondiale di Pesto 2008“ tenutosi recentemente a Genova (ved. precedente post “Bruno Canepa – un varazzino alla championship del pesto al mortaio Genova ““ Palazzo Ducale 19 aprile 2008“), con le loro performance nella dimostrazione di come si prepara il Pesto Ligure.

Pubblichiamo il racconto della loro ultima trasferta e la ricetta di Bruno Canepa, presentata per l’appunto nel capoluogo ligure:

“Il GAV sabato 31 maggio è stato invitato da Calcagno Paolo, produttore di basilico di Celle, all’IPER di Montebello della Battaglia vicino a Casteggio, per una dimostrazione di pesto Ligure.

Come sempre il successo è stato tanto. Il vastissimo supermercato è stato letteralmente invaso dal profumo di basilico sprigionato dai due vecchi mortai che abbiamo usato.

Chi acquistava l’ottimo basilico del Sig. Calcagno riceveva la ricette per fare il pesto in casa sia con il mortaio che con frullatore:

Il pesto di Bruno “Gruppo Animazione Varazze”

Ricetta di Bruno Canepa fra i cento partecipanti al “Campionato Mondiale di Pesto 2008″

Ingredienti:

40 foglioline piccole di basilico fresco

Una cucchiaiata di pecorino sardo o romano

4 cucchiai di formaggio grana

Una manciata di pinoli

Olio extra vergine di oliva ligure

Aglio

Sale

La preparazione tradizionale deve essere fatta nel mortaio, lavorando con il pestello prima i pinoli e l’aglio riducendoli in crema, aggiungendo a questo punto le foglioline di basilico e il sale, che deve essere rigorosamente grosso.

Schiacciare il tutto eseguendo un movimento rotatorio con il polso fino ad ottenere un composto omogeneo. Soltanto ora si unisce il formaggio e l’olio a filo, avendo cura di amalgamare bene il tutto.

In mancanza di mortaio (o di tempo) anche il frullatore può fare la sua parte:

lavare bene le foglie di basilico e asciugarle fra due tovaglioli senza premerle. Introdurle nel frullatore con i pinoli, un po’ d’olio, aglio e sale. Frullare brevemente. Aggiungere i due formaggi e finire di frullare. Versare in una terrina e amalgamare la salsa ottenuta con il rimanente olio mescolando con un cucchiaio di legno.”

Ringraziamo i componenti del Gruppo Animazione Varazze per la loro grande energia e voglia di fare. Continuate cosଠe teneteci informati di tutte le tante iniziative che fate.”

Alcune foto ricordo dell’evento

004.JPG 021.JPG 025.JPG

Firmato: il direttivo.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.