Ponente Varazzino


9 Giugno 2008

Il cammino di Santiago di Compostela

Filed under: EVENTI E MOSTRE,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 18:58

Comitato spontaneo di quartiere “Ponente Varazzino e Dintorni
comitato@ponentevarazzino.comwww.ponentevarazzino.com

Varazze, 09.06.2008.sul cammino di Santiago di Compostela

PonentevarazzinoNews

Il cammino di Santiago di Compostela

Riceviamo dal Presidente Federazione Ligure Exallieve/i FMA e pubblichiamo per quanti seguono il nostro impegno sociale a favore del quartiere di San Nazario e della città  di Varazze.

“Nell’anno centenario della nostra associazione diverse sono le iniziative a favore di tutti noi, accogliamole e sappiamo diffonderle! Questa che vi inoltro è la proposta del Cammino di Santiago di Compostela, un cammino che indica il nostro andare di viandanti verso la meta.

In allegato le notizie tecniche e la quota di partecipazione che è di € 30,00, il viaggio A/R a Santiago di Compostela è a carico del partecipante.

Il Cammino è per maggiorenne giovani e adulti della nostra Associazione, ma non solo della Famiglia Salesiana o amici, fidanzati e coppie, parenti e conoscenti. Sarà  un’esperienza indimenticabile!

Un caro saluto – Rosanna Iebole“

Allegati:

IL CAMMINO DI SANTIAGO DI COMPOSTELA

Bene! Eccoci qui. . .come state? Vi ricordate la circolare n.113 del 20/12/2007 nella quale la Presidente vi informava che in occasione del Centenario dell’Associazione tra le tante magnifiche iniziative ne abbiamo predisposta una molto particolare, una vera e propria avventura! Un’esperienza indimenticabile: il cammino di Santiago di Compostela.

I destinatari sono i giovani (maggiorenni): associati, simpatizzanti, amici della F.S. e “¦semplicemente giovani dai 18 ai 90 anni. Il periodo è dal 3 al 10 agosto 2008: si effettueranno circa 120km naturalmente a piedi del Cammino Portoghese verso Santiago di Compostela.

Il sentiero che percorreremo ha visto migliaia e migliaia di uomini e donne alla ricerca di “senso” o di “perch锝, alla riconquista di una pace interiore perduta. Un sentiero che ha ridato a molti, la direzione giusta della propria esistenza, smarrita nel groviglio del duro quotidiano.

L’occasione è un invito a muoversi: noi siamo troppo statici, bloccati dallo stereo, dalla parabolica, da computer, DVD, playstation, pub, dal giro di amici o super impegnati: lavoro, studio, cose da fare, da vedere “¦

Staccare le cuffie delle nostre abitudini, lasciare, anche per poco, i nostri soliti amici, i nostri soliti spazi e metterci nella linea di una forte esperienza interiore, con la lucida coscienza di viandanti, guidati dallo spirito, alla scoperta dell’essenzialità  per arrivare al cuore della vita.

Essere in molti ci darà  il coraggio ad intraprendere l’itinerario che ci porterà  a ritrovare noi stessi, gli altri e in modo particolare il Signore.

Siamo sempre alla ricerca di quell’anticipo di felicità  che sarà  eterna dopo la morte. Indispensabile, però, conoscere la meta, cioè la nostra terra promessa, verso cui orientare tutte le nostre aspirazioni, i desideri ultimi, dove trovare quella pace del nostro cuore inquieto. Il cammino di Compostela è una di quelle occasioni da non perdere.

Occorre, però, sentirci nomadi, sempre in ricerca, liberandoci dalle tracce dell’ansia, dell’inquietudine, perplessità , insicurezze che caratterizzano il nostro presente e uscire fuori dalla acque basse in cui sembra stagnare oggi la nostra vita quotidiana.

La calma riflessiva ci aiuterà  a non fissarci, saturi, sulle piccole conquiste quotidiane, e a sradicarci dalle vecchie e stantie abitudini, aprendoci orizzonti più ampi e sempre più in là , facendoci ritrovare le ricchezze, o talenti nascosti, leggere i motivi dei propri fallimenti, riprendere coraggio. Un cammino pensoso ci ridarà  la forza di superare le sconfitte, ritrovare speranza, dopo le tante e successive cocenti delusioni.

Speravamo di riuscire, ma non ce l’abbiamo fatta; speravamo di avere un posto, ma ce l’hanno soffiato; speravamo di chiarire un affetto sbocciato, ma le cose si sono complicate. Sono molti i piccoli o grandi fallimenti della vita, ma chi crede, può sempre cambiare i verbi al passato con il futuro, perché sul nostro passo è ritmato anche il passo del Signore risorto. Lui ci indicherà  la vera strada e la forza di tornare in superficie per rincominciare a salire verso la vetta.

Il pellegrinaggio ha un andamento e un clima particolare. Sentiremo il peso e la fatica del camminarne ma anche la gioia di essere in molti a percorrere la stessa strada per una meta che lentamente si staglierà  sull’orizzonte della nostra coscienza.

Siamo in compagnia di amici che sono anche essi in ricerca dell’equilibrio interiore, della pace, del perdono, del gusto della vita smarrito, della decisione di rompere le piccole o grandi catene. Amici che cercano forza e coraggio per rincominciare una vita diversa. Amici che faticano su quel sentiero per irrobustire la propria fede, ridare slancio alla propria generosità , rafforzare gli impegni presi con se stessi, con le persone bisognose, con Dio.

Il canto, la preghiera,e l’amicizia che sboccerà , saranno gli ingredienti di una gioiosa esperienza di fede e di amore.

Allora siete pronti per quest’avventura che sarà  faticosa, difficile ma esaltante ed avvincente? Il termine ultimo per aderire a questa iniziativa è il 30 aprile 2008.

Per informazioni più dettagliate contattate:
Paola Staiano:staiano@exallievefma.org

Matteo Crivellin: federico@exallievefma.org

Matteo Concina: matteo@exallievefma.org

_^_^_^_

NOTIZIE TECNICHE PELLEGRINAGGIO SANTIAGO DI COMPOSTELA

Destinatari: ragazzi e ragazze maggiorenni e adulti associati e non

Percorso: Cammino Portoghese

3 agosto 2008 – Arrivo a Santiago SANTIAGO/TUI con pulman

4 agosto 2008 1° Tappa TUI/ PORRINO Km 16
5 agosto 2008 2° Tappa PORRINO/ REDONDELA Km 14
6 agosto 2008 3° Tappa RODONDELA/ PONTEVEDRA Km 21
7 agosto 2008 4° Tappa PONTEVEDRA/CALDAS DE REIS Km 22
8 agosto 2008 5° Tappa CALDAS DE REIS / PADRON Km 20
9 agosto 2008 6° Tappa PADRON/SANTIAGO Km 22

10 agosto 2008 – Partenza

Abbiamo bisogno di sapere il numero esatto e il nome dei partecipanti per richiedere “La Credenziale”, un attestato che garantisce il carattere religioso e la serietà  del pellegrinaggio e permette l’assistenza ed il pernottamento negli “hospitales” o “refugios” che si trovano lungo il Cammino. Presentando questa Credenziale si può pernottare lasciando una piccola offerta. Si può inoltre pernottare nei piccoli alberghi lungo il cammino ma comunque si deve esibire la Credenziale.

Le spese del pellegrinaggio: viaggio per Santiago andata e ritorno, pernottamenti e pasti sono a carico dei partecipanti. Per dormine si può spendere mediamente intorno ai 15.00€ per notte e per mangiare a discrezione e secondo il nostro appetito!

La Confraternita è autorizzata direttamente dalla Cattedrale di Santiago, a rilasciare tale certificato in Italia. Nella Credenziale vanno apposti i timbri (sellos) dei vari luoghi in cui si passa o si fa tappa; questi ultimi attestano l’avvenuto percorso.

Contributo spese Pellegrinaggio € 30,00 comprensivo del Sacco del Pellegrino e della spesa per il Bus da Santiago a Tui (1° tappa).

La Confederazione si occuperà  di prenotare il Bus dall’aeroporto di Santiago.

Commissione giovani Cons. Confederale

Per informazioni più dettagliate contattate:
Paola Staiano – Cell. 3391682621 – paolastai@fastwebnet.it

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.