Ponente Varazzino


5 Aprile 2012

Varazze. Tempo pieno nella scuola elementare: il Sindaco risponde al “Gruppo Genitori 2006”

PonentevarazzinoNews

Varazze, 5 aprile 2012.                               Home page

Tempo pieno nella scuola elementare di Varazze: il Sindaco risponde al “Gruppo Genitori 2006”

Del “Gruppo Genitori 2006”, costituitosi in comitato a difesa del tempo pieno nella scuola elementare di Varazze, ne abbiamo già parlato nel nostro precedente post di pari argomento, subito dopo l’incontro tenutosi in Comune, lunedì pomeriggio 2 aprile, con il sindaco e la Prof.ssa Lia Zunino, Direttrice del Distretto Scolastico.

L’occasione è stata la pubblicazione del loro comunicato stampa, emesso per esprimere insoddisfazione, dovuta alla mancanza di notizie certe sul futuro scolastico dei propri figli, con incomprensibili ed inaccettabili prospettive di pendolarismo.

Siccome la notizia circolava già on-line sui media locali, non ci siamo astenuti dal divulgarla, ma abbiamo evidenziato di aver chiesto chiarimenti al Sindaco (al momento non raggiungibile), riservandoci di portarli subito a conoscenza di quanti interessati.

Assolviamo ora a questo nostro impegno e dovere di chiarezza, pubblicando la risposta pervenutaci dal primo cittadino, nella quale sono dettagliatamente specificati i fatti e le motivazioni delle proposte fatte.

Restiamo a disposizione per seguire ogni ulteriore sviluppo, pronti a dare sempre e subito il nostro contributo ad ogni iniziativa che possa facilitare, rendere possibile e condivisibile una soluzione alle problematiche sollevate dal “Gruppo Genitori 2006”.

Comunicato stampa del Sindaco di Varazze del 5 aprile 2012

“Nella riunione immediatamente da me convocata  per il 2 aprile 2012, presso la sala consiliare del Comune, su richiesta del gruppo “genitori 2006”, la Dirigente scolastica ha spiegato che i genitori dei bambini che  il prossimo anno scolastico frequenteranno le classi prime hanno fatto le seguenti scelte: n. 34 alunni iscritti al tempo ordinario; n. 36 alunni iscritti al tempo pieno; n. 20 alunni iscritti al plesso di Casanova con richiesta di tempo pieno.

Nessun problema per gli iscritti al tempo ordinario (che deve essere comunque garantito per tutti) mentre per il tempo pieno (non obbligatorio) la Direzione didattica ha presentato all’Ufficio scolastico provinciale (organo deputato all’assegnazione degli insegnanti) un progetto che, oltre la richiesta di due docenti in più rispetto all’organico attuale, innanzi tutto, garantisca il mantenimento di due sezioni nel territorio comunale in base alle norme dettate dalla riforma Gelmini. Infatti per formare una nuova classe la normativa prevede che in caso di più sezioni nello stesso plesso, il numero minimo è di 25 alunni (in presenza di disabile) sino.

Ciò significa che nel centro il numero degli alunni iscritti a tale tempo scuola non permette la formazione di due sezioni. Nella scuola frazionale di Casanova, trattandosi di plesso con una sola sezione per classe, la normativa prevede che il numero minimo di alunni per la formazione di una classe scende a 15. Pertanto la scelta di prevedere un tempo pieno in centro ed uno a Casanova è obbligata per ottenere la riconferma delle due sezioni nel territorio comunale.

Ogni valutazione definitiva non può però non essere rinviata all’acquisizione dell’organico di fatto nell’intento di venire incontro alle esigenze e ai diritti di tutti i bambini, sia del centro che delle frazioni, che non devono essere mai strumentalizzati a fini politici!

Relativamente al servizio di trasporto scolastico per il plesso di Casanova, non è assolutamente vero che gli scuolabus con gli alunni provenienti dal centro cittadino percorrono la strada di Campomarzio. Tale affermazione menzoniera sembrerebbe dettata da malafede o pregiudizio. Il servizio sia di andata che di rientro si svolge utilizzando la provinciale n. 57 per Casanova.

E’ errato anche quanto viene affermato relativamente alla scuola di Casanova che per il prossimo anno scolastico sarà così composta: una prima (forse a tempo pieno); una  seconda (a tempo pieno) una terza (a 27ore con doposcuola) una quinta (a 27 ore che comprenderà anche i 4 alunni di Pero).

Direi che, allo stato attuale delle cose, le risposte siano state date ed in modo chiaro e inequivocabile.” (Il Sindaco Giovanni Delfino)

Precedente post e comunicato stampa “Gruppo Genitori 2006” >>

1 commento »

  1. Da /Sevenpress/ Tempo pieno nella scuola elementare di Varazze: il Sindaco risponde al “Gruppo Genitori 2006” … [Continua … ]

    Comment di Comitato Ponente Varazzino — 5 Aprile 2012 @ 17:19

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.