Ponente Varazzino


9 Novembre 2016

Varazze avvia piano di contrasto alla diffusione del Punteruolo rosso

Filed under: Ambiente,Attualità,COMUNICATI E COMMENTI DEL DIRETTIVO,NEWS DA VARAZZE — Comitato Ponente Varazzino @ 18:23

PonentevazzinoNews
Varazze, 9.11.2016.                     Home page

punteruolo-rosso-collegeVarazze avvia piano di contrasto alla diffusione del Punteruolo rosso

L’Amministrazione Comunale si appella ai privati affinché provvedano a segnalare le piante dei loro giardini colpite dal punteruolo rosso e rispettare le ordinanze di intervento sulle palme infestate.

Comunicato stampa del 9.11.2016.

«Appello ai privati di segnalare le piante colpite dal punteruolo rosso e rispettare le ordinanze di intervento sulle palme infestate.

Nella prima settimana di novembre sono pervenute segnalazioni relative alla presenza di due palme, site in due differenti giardini di proprietà privata nel levante cittadino, recanti sintomatologia di attacco da parte del punteruolo rosso, rende noto l’assessore al verde urbano ing. Luigi Pierfederici.

punteruolo-rosso“Abbiamo effettuato tempestivamente un sopralluogo con il Servizio Fitosanitario Regionale che tramite personale qualificato ed esperto ha accertato la presenza del  “Rhynchophorus ferrugineus”  sulle palme segnalate, insetto meglio noto come Punteruolo rosso”.

Si tratta dei primi due casi manifestati nel territorio varazzino e pertanto le palme saranno soggette ad immediato abbattimento secondo le prescrizioni emesse dal Servizio Fitosanitario Regionale sulla base di quanto previsto dal “Piano d’azione regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione del  punteruolo rosso della palma”.

E’ pertanto importante mettere in atto tutte le misure necessarie per contrastarne la  diffusione al fine di preservare il nostro patrimonio arboreo.

Purtroppo è notizia di questi giorni che anche in altri Comuni, in particolare nel finalese, continua l’attacco da punteruolo rosso sia in giardini pubblici che privati.

La lotta al punteruolo rosso è obbligatoria. Eventuali anomalie dell’inclinazione delle foglie apicali, ancora verdi e non necessariamente secche, rispetto al portamento naturale della specie, irregolarità sulle foglie e ritrovamenti di camere pupali, ossia bozzoli, indicano la presenza di punteruolo rosso.

Allo stato attuale non sono stati riscontrati attacchi da punteruolo sulle palme dei giardini pubblici comunali, ma non si può escludere a priori la sua presenza in quanto non facilmente individuabile se non quando si manifestano i segni prima indicati.

Si precisa che la situazione fitosanitaria delle palme presenti lungo la passeggiata a mare di ponente e in taluni casi nel giardino pubblico di santa Caterina è stata compromessa per la presenza di agenti patogeni funginei (prevalentemente gliocladium), accertati tramite appositi prelievi in sito ed analisi successive condotte dal Servizio preposto regionale.

In questi giorni si inizieranno lievi potature delle parti secche delle palme con abbattimento di quelle che versano ormai in situazioni irreversibili. Per questi motivi la passeggiata a mare di ponente sarà prossimamente oggetto di interventi vari di riqualificazione del patrimonio verde pubblico.

Per fronteggiare questa situazione, conclude l’Assessore Pierfederici: “Invito tutti i proprietari di palme ad effettuare controlli, a non eseguire potature nei mesi caldi, se non per motivi di ordine superiore, ad effettuare interventi di rimozione prevalentemente di parti secche al fine di non provocare lesioni alla pianta che consentono un più facile accesso da parte del punteruolo. E’ obbligatorio dare tempestiva comunicazione al Servizio Fitosanitario regionale ed al Comune di eventuali presenze di situazioni anomale e rispettare quanto previsto dall’Ordinanza sindacale apposita disponibile sulla pagina news del sito del “www.comune.varazze.sv.it, dove è peraltro possibile trovare ulteriori informazioni sul tema”.»

. Contatti Servizio Fitosanitario Regionale … >>
. Per Approfondimenti … >>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.