Ponente Varazzino


25 Giugno 2019

Stefano Conti venerdì riceve i lettori nella libreria Mondadori di Varazze

Filed under: Attualità,E: VIDEO,EVENTI E MOSTRE,NEWS DA VARAZZE,OPERATORI COMMERCIALI — Comitato Ponente Varazzino @ 23:38

PonentevazzinoNews
Varazze, 25.06.2019.                                 Home page

Stefano Conti venerdì riceve i lettori nella libreria Mondadori di Varazze

Stefano Conti, lo storico e scrittore che nel 2017 ha pubblicato con Affinità Elettive edizioni “Io sono l’imperatore” e nel 2019 il suo ultimo lavoro “Iuliane vivas”, a chiusura della trilogia dei libri su Giuliano l’Apostata, il 28 giugno 2019 dalle ore 9 alle 24 sarà a Varazze, nella libreria Mondadori di piazza Bovani n.10, per ricevere i lettori e firmare le copie dei suoi libri.

Stefano Conti – Laureato in Lettere Classiche, dottore di ricerca in Storia e Filosofia antica alla Friedrich Schiller Universität di Jena, è stato professore di Storia romana ed Epigrafia latina all’Università di Siena. Ha curato volumi su importanti tematiche di storia romana: Tra religione e politica nel mondo classico (2007); Geografia e viaggi nell’antichità (2007); Stranieri a Roma (2009). Le sue ricerche si sono a lungo concentrate su Flavio Claudio Giuliano, sul quale ha scritto numerosi articoli in riviste internazionali e contributi in atti di convegni. Ha inoltre pubblicato un saggio sulla fortuna medievale dell’imperatore filosofo: Giuliano l’Apostata: un imperatore romano nella letteratura tedesca del Medioevo (2005). Nel 2017 ha pubblicato un romanzo giallo basato su ricerche storico-archeologiche inerenti Giuliano: Io sono l’imperatore. Il volume è una versione riveduta, ampliate e integrata con le recenti scoperte archeologiche (più di 30 nuovi testi) del suo libro Die Inschriften Kaiser Julians (2004).

La trama dei due suoi libri prima citati:

– Io sono l’imperatore.
Un segreto nascosto per secoli, luoghi intrisi di magia, una storia d’amore tormentata, una setta occulta: sono questi gli ingredienti di un romanzo dove storia e ironia, archeologia e mistero sono mescolati per creare una vicenda coinvolgente. Un appassionante viaggio nello spazio e nel tempo dagli antichi romani ai crociati nel Medioevo, dall’impero bizantino ai Medici nel Rinascimento, fino ai giorni nostri.
Tarso (Turchia), 8 luglio 2010. Un professore universitario rinviene nei suoi scavi ciò che molti hanno cercato invano: la tomba di Giuliano l’Apostata, l’imperatore filosofo. Ma il sepolcro è vuoto e l’archeologo viene trovato morto subito dopo la clamorosa scoperta. Il professore è stato assassinato? Chi ha trafugato i resti mortali di Giuliano? Dov’è finito il famoso tesoro sepolto con l’imperatore romano?
Parte da qui l’avventura di Francesco Speri, un impiegato di banca con la passione per la storia, che, con l’aiuto dell’amata Chiara, indaga tra siti antichi e codici cifrati. Il giallo si infittisce quando un’organizzazione neo-pagana farà di tutto per ostacolare il protagonista, intenzionato a proseguire a ogni costo le ricerche del professore e a trovare l’Apostata …

Io sono l’imperatore: … – Booktrailer … >>

– Iuliane vivas – L’imperatore Giuliano nelle iscrizioni.
Dal Portogallo alla Turchia, dalla Germania alla Romania, dal Marocco all’Italia: un viaggio alla scoperta di una delle figure più discusse e misteriose dell’antichità.
Le iscrizioni innalzate in tutti gli angoli dell’impero forniscono nuovi spunti di ricerca su colui che è stato definito “Apostata” e insieme “santo pagano”, suscitando, nella sua epoca e in quelle successive, critiche infamanti ed elogi smisurati.
Flavio Claudio Giuliano, filosofo e scrittore, a soli trent’anni conquista le redini del più grande impero del mondo con l’obiettivo di riportare in auge l’antica religione di Roma.
Le imprese belliche, l’emanazione di decreti, le riforme a favore delle città e soprattutto il suo tentativo di riforma religiosa trovano precisi riflessi negli appellativi epigrafici a lui rivolti. Miliari, altari, lastre marmoree, gioielli e basi di statua riportano testi con cui colonie e municipi, funzionari locali e governatori provinciali vollero rendere omaggio al regnante filosofo.
Le iscrizioni in greco e latino, come gli autori contemporanei, risentono della propaganda diffusa da Giuliano e dagli intellettuali vicini all’ultimo regnante pagano della storia. L’intento dietro a ogni testo letterario, numismatico ed epigrafico non era mostrare ciò che Giuliano fece realmente, ma ciò che voleva fare, non tanto l’imperatore che fu, ma quello che voleva essere …

News anche su:

. www.ivg.it: … Incontro con l’autore: Stefano Conti alla Mondadori di Varazze … >>

. www.savonanews.it: … Varazze, il 28 giugno Stefano Conti riceve i lettori nella libreria Mondadori … >>

. www.ivg.it: … Stefano Conti riceve i lettori alla Mondadori … >>

. www.sevenpress.com: … Stefano Conti venerdì riceve i lettori nella libreria Mondadori di Varazze … >>

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.